Informazioni personali

La mia foto

Sono un autodidatta al 100x100, mi chiamo Lucio e sono Napoletano fin dalla nascita, la mia passione è fare dolci e lievitati e di dare e ricevere ricette in generale. Sono molto altruista mi piace dialogare con tutti, mi piace scherzare, mi piace mangiare, adesso non più di tanto, ma quando sto vicino ad un dolce che Dio mi assista. Amo tutta la musica, la cultura in generale e acculturarmi, amo la luce solare, amo il mare, amo stare in mezzo alla natura e fra la gente, odio la presuntuosità delle persone in generale divento come HULK! Non sono razzista nel modo più assoluto quindi non sono contro a chi è diverso in tutte le sue forme e categorie, odio chi lo è,  e chi sta contro di loro divento come SPIDER MAN! Non credo molto nell'amicizia tra un uomo è una donna non c'è ancora abbastanza cultura su questo argomento, sono contro a chi fa violenza sui i bambini, sulle donne, su gli anziani, su gli animali e chi è diverso divento come BATTMAN! Infine chi è gentile con me lo sono altrettanto è doppiamente! Con affetto e stima Babbà! 
"BUONA VITA A TUTTI"   

martedì 5 aprile 2011

"A BRIOSC' DI MIA SORELLA...SENZA ZOGN' MA CU' L'UOGL'..C'ARRASUMIGL' A NU CASATIELL' "

"PREFAZIONE"
Il sole mi mette allegria a tal punto che ho intitolato questa ricetta in modo scherzoso per cercare di farvi un po' sorridere con i tempi che corrono ogni tanto bisogna ridere che fa anche bene. Di mia sorella non c'è proprio niente in questa ricetta..lo creata...a suo tempo.. per le persone che non amano la sugna ma nello stesso momento si a il sentore di mangiare  un simil "Casatiello" questo RE dei rustici napoletano che ormai conoscono tutti. Quindi spero che i napoletani non me ne vogliono...ma bisogna accontentare le persone che hanno timore di mangiarlo proprio perché c'è la sugna dentro e per questo ho messo al posto suo l'olio...così facendo lo possono assaporare anche i ragazzi e perché no!!!!Anche i bambini e tutti quelli che non lo hanno mai assaggiato lo potranno fare adesso. Il risultato sarà di una morbidezza unica è di un sapore squisito..sia caldo che freddo..."PAROLA DI BABBà".
"COSA VI SERVE"
Una planetaria
manualità
uno stampo col buco centrale chiuso a cono di 26cm diametro e 7 cm di altezza
un posto per la lievitazione...nessuno di voi ha ascoltato il mio consiglio sulla lievitazione vedere post(cella di fermentazione)
"INGREDIENTI"
350g di farina "00" ...Divella o altro....
150g di farina Manitoba...Divella o Lo Conte..o altro...
100g di farina rimacinata...Divella o altro...
1 uovo intero fresco
50g di olio d'oliva
1 bustina di lievito di birra secco....Mastro Fornaio Pane Angeli....
300ml di acqua imbottigliata....Vera o Lievissima o altro...
2 cucchiaini di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale
pepe a piacere(facoltativo)
100g di parmigiano grattugiato
"PER L'IMBOTTITURA"
300g di salame tipo Napoli tagliato a tocchetti
300g di prosciutto cotto tagliato a tocchetti
250g di emmental tagliato a tocchetti
150g di galbanino tagliato a tocchetti
"PROCEDIMENTO"
Mettete le tre farine nella ciotola della planetaria con il lievito i due cucchiaini di zucchero il pepe(facoltativo)e tre cucchiaia di parmigiano...avviare la macchina con il gancio per impasti duri a velocità 1...nel frattempo intiepidite l'acqua...mentre gira la planetaria aggiungete l'olio d'oliva e l'uovo intero.. appena si sarà tutto assorbito aggiungete l'acqua in due tre volte fino che vedete che l'impasto si stacchi dalle pareti della ciotola..questo dovrebbe avvenire in breve. Da questo momento in poi continuate ad impastare per un tempo di 10 minuti fermando ogni tanto la macchina in modo tale da capovolgere l'impasto con le mani nella ciotola. Se vedete all'inizio....dopo avere aggiunto tutta l'acqua...che l'impasto sia ancora troppo duro riversate ancora qualche goccio d'acqua ma non più di tanto facendolo assorbire bene. Dopo 5 minuti aumentate la velocità a 2 e proseguite fino a 9 minuti..l'ultimo minuto fate girare la pasta alla velocità 3. Dopo questa manovra se tutto è stato eseguito bene??Toccando la pasta con le mani non si dovrebbe attaccare e mettendo a lievitare e facendo un taglio a croce profondo con un coltello a lama liscio si vedrà la pasta allargarsi subito..tutto ciò darà conferma di un buon impasto venuto elastico. A questo punto mettetelo a lievitare per un minimo di 1 ora in un posto tiepido fino al raddoppio...mettete un po' di farina nella ciotola per non farlo attaccare...ma non troppa. Dopo l'avvenuta lievitazione..mettete l'impasto sopra un piano di lavoro e senza troppo malmenarlo..con le mani stendetelo in un rettangolo...senza usare il mattarello mi raccomando...fino al raggiungere una misura adeguata da farlo entrare nello stampo. Raggiunta la misura adeguata...spargete tutta l'imbottitura su di esso compreso tutto il resto del parmigiano rimasto mantenendo vi ad un centimetro dal bordo di tutto il perimetro. Non vi resta che avvolgere la pasta su se stessa...strettamente... partendo dal lato più lungo fino a formare un salsicciotto cercando di fare capitare la chiusura sotto. Mettetelo nello stampo ben oliato e chiudete bene il congiungimento delle due estremità. Fate lievitare fino a che vedrete che la "BRIOSCIA" raggiunga il bordo dello stampo. Preriscaldate il forno e portarlo ad una temperatura di 200°c forno a gas statico....non prima di aver pennellato la superficie con altro olio...per un tempo minimo di 35 minuti o fino a doratura avvenuta. "BUON APPETITO"
N.B.: Se volete cambiare l'imbottitura lo potete fare ma vi allontanate dal sentore del casatiello...riguardando all'impasto cercate di non cambiare niente se no alla fine a "BRIOSC' DI MIA SORELLA  NON SARà LA STESSA"...HAHAHAHAHAH!!!!!CON AFFETTO...BABBà.
"BUONA VITA"

Nessun commento:

Posta un commento

Chiedo scusa a chi mi lascia un commento se vi chiedo questo passaggio di verifica, purtroppo il mio blog è invaso di centinaia di commenti "SPAM". Grazie di cuore se acconsentite.