Informazioni personali

La mia foto

Sono un autodidatta al 100x100, mi chiamo Lucio e sono Napoletano fin dalla nascita, la mia passione è fare dolci e lievitati e di dare e ricevere ricette in generale. Sono molto altruista mi piace dialogare con tutti, mi piace scherzare, mi piace mangiare, adesso non più di tanto, ma quando sto vicino ad un dolce che Dio mi assista. Amo tutta la musica, la cultura in generale e acculturarmi, amo la luce solare, amo il mare, amo stare in mezzo alla natura e fra la gente, odio la presuntuosità delle persone in generale divento come HULK! Non sono razzista nel modo più assoluto quindi non sono contro a chi è diverso in tutte le sue forme e categorie, odio chi lo è,  e chi sta contro di loro divento come SPIDER MAN! Non credo molto nell'amicizia tra un uomo è una donna non c'è ancora abbastanza cultura su questo argomento, sono contro a chi fa violenza sui i bambini, sulle donne, su gli anziani, su gli animali e chi è diverso divento come BATTMAN! Infine chi è gentile con me lo sono altrettanto è doppiamente! Con affetto e stima Babbà! 
"BUONA VITA A TUTTI"   

giovedì 9 settembre 2010

"TORTA DI MANDORLE BRUNA DI FRANCESCA"

"PREFAZIONE"

In definitiva dovrebbe essere questa la famosa e squisita torta "Caprese". Gli ingredienti man mano li ho cercati da me e penso che il risultato sia eccellente, anche se i capresi non me li abbiano mai voluti dare per mantenere il segreto di questa torta. Mi raccomado di mettere ingredienti di ottima qualità, cito sempre vicino ad ogni ingrediente della ricetta, il nome e la marca, prodotti facilmente reperibili nei supermercati, ma se usate una linea vostra di prodotti continuate a farlo, non ci sarà nessun problema per l'esito finale del dolce, l'importante che siano di ottima qualità.

"COSA VI SERVE"
una frusta a mano per il burro
un tritatutto o un mixer per tritare le mandorle
uno sbattitore con le fruste per montare gli albumi
uno stampo di 26cm di diametro e 7-8cm di altezza
2 ciotole abbastanza ampie

"INGREDIENTI"
200gr di burro Granarolo o Prealpi o Vallè + burro (come preferite)
200gr di zucchero semolato extra fine tipo Euridiana o un'altra marca
100gr di cioccolata fondente Perugina o Zaini o Motta
5 uova intere freschissime medie, intendo x medie con un peso di 50-55gr l'uno
200gr mandorle macinate con la buccia
3 cucchiaia di fecola di patate Paneangeli
1/2 bustina di lievito per dolci (8gr) Paneangeli
un bicchierino di liquore rum oppure 1/2 fiala di aroma rum Paneangeli
un pizzico di sale
zucchero a velo vanigliato a piacere Paneangeli 

"PROCEDIMENTO"
In una ciotola piuttosto capiente mettete il burro, che da prima avrete tenuto a temperatura ambiente, e con lo zucchero lavoratelo con la frusta a mano fin quando non sarà diventato bianco e spumoso.

Dividete i rossi, delle uova , dagli albumi e con un cucchiaino da caffè mettete man mano i tuorli nella crema al burro lavorata; ma non mettete il cucchiaino di rosso se la crema non avrà completamente assorbito il precedente.

A parte, con il mixer, ben pulito, macinate le mandorle con tutta la buccia; la grana dovrà essere come quella del caffè, ma non esagerate altrimenti le mandorle cacceranno il grasso ed il dolce non risulterà leggero, aiutatevi con un cucchiaio di zucchero semolato quando le macinate così sopperite un a questo inconveniente.

Intanto mettete ad ammollare il cioccolato su un bagnomaria o nel forno a moderatissimo calore, una volta ammollato, potrete aggiungere il bicchierino di rum.

Dopo che tutti i rossi delle uova si sono assorbiti alla crema di burro, aggiungete il cioccolato con il rum, le mandorle macinate, la fecola di patate setacciata e la mezza bustina di lievito anch'essa setacciata.

Montare a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e delicatamente aggiungeteli poco per volta all'impasto amalgamando li dal basso verso l'alto cercando di non farli smontare troppo.
Versare nello stampo, imburrato e infarinato, la crema così preparata ed infornare ad una temperatura di 170°C per 45 minuti ; trascorso questo tempo la torta crescerà e sarà ben cotta se introducendo un ferro da calza ne uscirà pulito.
lasciate raffreddare la torta e sfornatela coprendola abbondantemente di zucchero a velo vanigliato.
N.B. il consiglio che vi do e quello di non frullare il burro ma di lavorarlo manualmente come ho specificato, se lo fate con un frullatore, quando aggiungete i rossi delle uova, si può, come si dice in gergo, stracciare il composto e dopo non si può più riprendere e di conseguenza il dolce viene male, questo per le persone che non hanno molta pratica in questa fase di amalgama di burro e uova, se invece siete pratiche non c'è bisogno che ve lo indichi già sapete come fare.

"BUONA VITA"    

3 commenti:

  1. Anonimo00:54

    Ciao Lucio!!!
    Ti ho visto in facebook.
    Mi piace molto leggerti.
    Ho altro blog di cucina...
    http://zurrondelgofio.blogspot.com

    Posso facerti un link?
    Saluti
    Gianna

    RispondiElimina
  2. Che ricetta meravigliosa!!! La provo al più presto :-)

    RispondiElimina
  3. Spero tanto che la provi Lucia, vedi commento sotta la torta con marmellata di limoni, più sotto la torta che ti ho dedicato. Grazie del complimento^_*!!!!Un kiss..ciao

    RispondiElimina

Chiedo scusa a chi mi lascia un commento se vi chiedo questo passaggio di verifica, purtroppo il mio blog è invaso di centinaia di commenti "SPAM". Grazie di cuore se acconsentite.