Informazioni personali

La mia foto

Sono un autodidatta al 100x100, mi chiamo Lucio e sono Napoletano fin dalla nascita, la mia passione è fare dolci e lievitati e di dare e ricevere ricette in generale. Sono molto altruista mi piace dialogare con tutti, mi piace scherzare, mi piace mangiare, adesso non più di tanto, ma quando sto vicino ad un dolce che Dio mi assista. Amo tutta la musica, la cultura in generale e acculturarmi, amo la luce solare, amo il mare, amo stare in mezzo alla natura e fra la gente, odio la presuntuosità delle persone in generale divento come HULK! Non sono razzista nel modo più assoluto quindi non sono contro a chi è diverso in tutte le sue forme e categorie, odio chi lo è,  e chi sta contro di loro divento come SPIDER MAN! Non credo molto nell'amicizia tra un uomo è una donna non c'è ancora abbastanza cultura su questo argomento, sono contro a chi fa violenza sui i bambini, sulle donne, su gli anziani, su gli animali e chi è diverso divento come BATTMAN! Infine chi è gentile con me lo sono altrettanto è doppiamente! Con affetto e stima Babbà! 
"BUONA VITA A TUTTI"   

martedì 29 aprile 2014

"BRIOCHE DOLCE...COME UN FIORE LEGGERO E SOFFICE!"










PREFAZIONE
Cari lettori, oggi vi propongo una brioche davvero straordinaria per la sua sofficità. Dopo vari tentativi finalmente ho trovato il dosaggio giusto degli ingredienti per vedere in cottura come meravigliosamente cresce la maglia glutinica quasi del doppio e senza che si afflosci dopo la sua sforna tura in fase di raffreddamento. Credo che in futuro sia la base per diversi lievitati che proporrò con i dovuti accorgimenti per adesso mi accontento di questo e spero di farlo anche nei vostri riguardi con una buona colazione sana e nutriente per tutta la famiglia. Grazie a tutti che mi seguite sempre con tanto affetto.
COSA VI SERVE:
Un'impastatrice tipo Planetaria
Un cerchio apribile imburrato
La teglia del forno ricoperta da carta forno
Un setaccio
Un raschietto di plastica
Un mattarello 
Un pennello da pasticciere
Manualità
INGREDIENTI:
450 g di farina Manitoba
50 g di amido di mais
50 g di lievito naturale di pasta madre essiccata in polvere
100 ml di acqua naturale(-20 ml circa) oppure di latte intero fresco
125 g esatti di uova intere pesate senza guscio
6 g di sale
100 g di zucchero semolato
100 g di burro morbido freddo
1 fialetta d'aroma arancia+1 cucchiaino di estratto di vaniglia o quel che si preferisce q.b
1 uovo intero sbattuto con l'aggiunta di aroma limone q.b. 
Granella di zucchero q.b. 
PROCEDURA:
Mettete nella ciotola della Planetaria la farina e l'amido setacciati, il lievito e le uova intere. Avviate la macchina a velò. 1 fate girare per far assorbire le uova alla farina poi aggiungete l'acqua(o il latte)meno 20 ml circa che conserverete. Lasciate incordare (sviluppare la maglia glucidica)ed eventualmente aggiungere i 20 ml di acqua restanti. Dovrà risultare una pasta un po' soda ma elastica(4 minuti di impasto circa). A questo punto unite in 3 riprese lo zucchero, lasciando incordare l'impasto ogni volta. Poi aggiungete il sale, il burro facendolo assorbile in più riprese come avete fatto con lo zucchero aumentando la velocità a 2 ed infine gli aromi. La raccomandazione che vi faccio sempre e quella di rivoltare spesso la pasta nella ciotola ovviamente interrompendo il funzionamento della Planetaria ogni volta che lo fate. Quando l'impasto sarà liscio, fatene un panetto e lasciatelo puntare per una breve lievitazione di 15 minuti coperto con la stessa ciotola della macchina sul tavolo da lavoro un po' imburrato. Nel frattempo preparatevi la teglia, la carta forno nella misura della teglia, ed il cerchio apribile imburrato. Passato il tempo di punta tura, dovete dare una pirla tura all'impasto ma senza toccare la superficie, possibilmente, per rimanere intatta la pellicina che si è formata, cercate di lavorare solo sotto aiutandovi con i palmi delle mani senza strapazzare troppo la palla di pasta ma facendo dei movimenti dolci da destra a sinistra, diciamo che non è una vera e propria pirla tura, quindi appoggiate questa palla sulla carta forno e con un mattarello, senza fare troppa pressione ma dolcemente, distendete la pasta in una forma rotonda di cm 26 di diametro. Adesso potete sbizzarrirvi sulla forma da dare, a me mi è piaciuta questa come si vede dalla foto, quindi con una ciotola o un taglia pasta rotondo di 10 cm lo appoggiato giusto al centro e gli date una leggera pressione per formare un cerchio come punto di riferimento. Poi con un raschietto di plastica tagliate 10 spicchi uguali di pasta partendo dal segno centrale. Poi prendete 2 spicchi alla volta e li sovrapponete intrecciandoli fra di loro e così per tutte le coppie di spicchi restanti. Ora non vi resta che mettere la brioche con tutta la carta sulla teglia e attorno ad essa la chiudete con il cerchio apribile imburrato. Mettetela a lievitare con una costante temperatura che non superi i 28°C senza coprire fino a che la brioche arrivi quasi al bordo(un'ora minima). 
http://babbdolcbabb.blogspot.com/2010/09/cella-di-fermentazione.html 
Accendete il forno un 15 minuti prima che termini la lievita tura ad una temperatura di 160°C statico a gas(con il mio forno)o 140°C ventilato(sempre con il mio forno) e fatelo riscaldare bene. Appena prima di infornare la brioche, pennellatela con l'uovo intero sbattuto e la granella di zucchero. Fate cuocere la brioche per 18-25 minuti circa mettendo la teglia al centro del vostro forno. Appena la superficie si è dorata spegnete il forno, aprite la porta del forno e tenetela semichiusa per fare evaporare l'aria calda ancora per 5 minuti. Sfornate e fate raffreddare su una gratella. Appena tiepida togliete il cerchio mobile e al mattino seguente vi auguro una felice colazione con tanta fragranza e sofficità con l'aggiunta di cioccolata in crema o di marmellata.
N.B.: Poiché questo impasto è molto delicato in cottura dovete stare attenti che non si bruci il fondo ecco perché vi ho indicato di mettere la teglia al centro del vostro forno, per ovviare a questo inconveniente potete usare uno stampo a cerniera imburrato e lo posizionate sulla griglia del forno e sotto di essa mettete la teglia come protezione. Quindi la brioche non deve colorarsi molto sul fondo ma in superficie. Allora fate attenzione con il forno che avete. Al riguardo dell'impasto se risulta un po' appiccicoso dopo l'ultima incordata vi aiuterete con un po' di farina o con dell'altro amido di mais q.b.
"BUONA VITA A TUTTI"      

24 commenti:

  1. uno spettacolo!!!
    amo i lievitati, visto il risultato segno la ricetta :)))

    RispondiElimina
  2. Ciao Lucio che buona e come sarà soffice questa brioche, buona da sola, ottima anche inzuppata e perchè no con uno strato di marmellata. La tua cucina è un ambiente magico e tu sei un meraviglioso genio, artista, un incantatore, che con ingredienti semplici metti su delle leccornie da farci sbavare oltre il video. Ti rubo la ricetta e la propongo a casa mia. Un mondo di felicità Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia dolce amica, sei gentile a farmi tutti questi complimenti, li accetto serenamente perché me li regali con sincerità dettati dal tuo cuore. L'amicizia verso di te si rafforza sempre di più, vorrei avere una bacchetta magica per poter magicamente regalarti la felicità che meriti. Grazie Tiziana e se hai tempo passa da me per raccontarmi come è andata la festa...ti sto ancora aspettando!Bacioni T V B^^!

      Elimina
  3. Anonimo15:09

    Non esiste la maglia glucidica ma esiste la maglia glutinica,l' impasto per essere pirlato deve essere toccato perche' deve essere lavorato e l'amido di mais non serve piuttosto si puo' mettere 50 grammi di farina di riso. Il procedimento tutto da rivedere infatti nella foto della fetta non c'e' alveolatura ma e' tutto compatto.Hai molto da imparare ti consiglio di passare da lui : " profumo di lievito" guarda la sua di brioche . Buon lavoro
    Katerin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo, la ringrazio di cuore del suo commento e dei suoi consigli tecnici anche se me li ha scritti e pensati con tanta maleducazione che le rispecchia per il fatto che io non la conosco, non si presenta e mi da anche del tu. Ma questo alla fine per me è molto importante, in questo mondo virtuale tanto piatto e pieno di persone che si ergono su un piedistallo di presuntuosità come lo fa lei giocando a nascondino mostrando anche doti di insegnate della lingua italiana. Come vede da buon allievo ligio ed educato ho aggiustato la parola che lei mi ha indicato e continuando a leggere la ricetta, lei non mi ha indicato che ho omesso anche lo zucchero quindi siamo pari, anzi le dico francamente che come insegnante ritengo di avere un maestro:"APPEZZOTTATO!". Quindi prima di ergersi tutore nell'insegnare come scrivere e quant'altro, si guardi intorno e si faccia un'esame di coscienza prima di dare un giudizio ma più che altro guardi prima con chi a che fare e non di leggere la ricetta, che neppure sa fare, senza sapere prima chi sia.....segue e legga il continuo del messaggio

      Elimina
    2. Per dovere di cronaca glielo dico serenamente:sono un autodidatta al 100 x 100, sono un umile casalingo a tempo perso con la passione di fare dolci, ho aperto il mio blog con la spinta degli amici e parenti ma non quella d'insegnare tecnicamente come si procede, ma quella di regalare le mie preparazioni che riesco a fare con umiltà che non ci contraddistingue. Come potrà vedere ho solo 148 follover dal 2010 che ho aperto il blog, come mai lei non lo ha visto questo?Come si spiega che in confronto a food-blogger che ne hanno 3000-5000-10000 io ne abbia così pochi?Forse per il fatto che non sono bravo come tanti?Ma qua nessuno e nato imparato, come si dice, o no? Non ho mai fatto discriminazioni a nessuno, non l'ho mai scritto e non lo mai detto, ma combatto fortemente la presuntuosità e la maleducazione, questo si, e con tutto ciò non mi sono mai permesso di dire:" io sono il migliore" e non lo farò di fronte a chi sta un passo avanti agli altri con umiltà e chi ne sta uno indietro, intendiamoci. Lei dice che devo imparare come si fa, e non si sbaglia di fatti continuo a farlo in questo campo per immagazzinare le nuove tecniche per essere aggiornati ma non tutte le trovo utili in special modo per le casalinghe che non hanno il tempo materiale a disposizione per potere eseguire un lievitato che impiega tanto tempo nei passaggi e nella lievitazione. Anche questo lei non ha letto nel vedere che le mie ricette sono indirizzate verso questi gruppi di persone che mi chiedono ricette veloci e facili da realizzare, quindi cerco di amalgamare queste relative tecniche con le mie per realizzare e personalizzare, anche se per lei è sbagliato, una ricetta con un risultato buono avendo in cambio di chi la esegue e me lo dice, un complimento che per me vale molto di più del suo insegnamento ed e questo che è importante in questo mondo virtuale, avere un rapporto umano e sociale, che lei non ha, verso le persone che ci seguono ricambiando la nostra passione, ma non la sua sottolineo, nei loro confronti con la speranza di fare bella figura quando, portano in tavola un dolce realizzato con le loro mani e preso da una ricetta nostra, ricevendo in cambio gli elogi meritati da tutti commensali......segue messaggio...

      Elimina
    3. Spero solo che lei non faccia parte davvero del katerin, come lei si firma, della e delle persone che lei indelicatamente a citato, non penso che fossero contente di avere al loro seguito una persona poco affidabile come lo è lei, ne varrebbe del loro nome che con tanti sacrifici organizzativi e tanta passione ed umiltà hanno costruito in tutti questi anni per portare avanti questo contesto tecnico e laborioso insegnando le procedure create e inventate dei lievitati che tra parentesi sono anni che stimo e apprezzo tanto. Se poi non è la persona che o citato deve essere davvero un "fans" sfegatato di queste persone amiche e spero però che lei si mostri sui commenti nei loro blog, col suo nome vero, se no fa come a fatto con me che già da tempo mi commenta e mi ha preso di mira senza un motivo o una ragione solo per il fatto che forse prova tanta invidia personale nei miei confronti e per questo la ringrazio infinitamente perché mi fa capire che lei mi tiene in considerazione al cospetto di tanti, ma tanti food-blogger in giro nel web migliori di me. Grazie di cuore e continuo nel mio lavoro consigliato da lei, e se lei permette la ricambio nel dirle di rifare un corso di aggiornamento come insegnante che tra l'altro non so come farà ad imparare in futuro il dialetto Napoletano....si faccia sempre un'esame di coscienza prima di giudicare gli altri inconsapevolmente, questa dovrebbe essere la sua linea guida di vita, dico e sottolineo dovrebbe. La saluto cordialmente e buon lavoro anche a lei..signor Maestro!

      Elimina
  4. Anonimo17:47

    Ma io mi sono firmata Katerin mi chiamano gli amici il mio nome Katerina sono bulgara e vivo in Italia da 20 anni,mi dispiace averti offeso do del tu perche non sono ancora molto brava con l' italiano e non capisco perche' mi parli di altre volte che ho scritto questa e' la prima volta che scrivo non capisco perche mi chiami maestro io ho solo nominato un blog in cui persone competenti spiegano mentre tu competente in materia non mi sei sembrato,io volevo aiutare non offendere,mi scuso
    Katerin( mio nome!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei una donna Bulgara maleducata "APPEZZOTTATA" lo stesso e rimani tale, sempre per il fatto che oltre a continuare ad offendere non mostri la tua vera identità ma escogitando per vie trasversali il tuo piano abbietto di provocazione nei miei riguardi e forse anche nei riguardi di Paoletta e del signore Adriano che non sanno di avere persone che distruggono con questi commenti il loro lavoro inesorabile che fanno ogni giorno. Come vedo tu non sei competente e neanche furba perché non continueresti a commentare e come vedi io li ho postati intelligentemente così possono leggere tutti e vedere come una straniera venuta in Italia 20 anni fa come si comporta nei confronti degli Italiani che oltre a sfamarti hai pure il coraggio di dire che mi aiuti...carissima Bulgara. Purtroppo non sei una Bulgara per il fatto che di persone Bulgare che mi seguono ne ho tante molto educate e affettuose mentre nel tuo DNA non c'è una goccia di sangue che caratterizzi la tua vera origine. Mi sembra pure che sei fortemente "RAZZISTA" mentre nei confronti tuoi non lo sono affatto e sai il perché?Perché noi Italiani aiutiamo gli immigrati che vengono in Italia, compresi i Bulgari e non tu, lontani dai loro paesi cercando con tutta la crisi che c'è in Italia di toglierci il pranzo o la cena dalle nostre tavole per donarla a loro. Mi dispiace davvero tanto nei tuoi confronti ora che sapranno di che pasta sei, vuoi tergiversare chiedendo anche scusa ma non sai rispondere alle mie risposte ma dicendo e sviando con il tuo nome che non fai parte dello staff di Adriano. Mi sembra strano che tu sei entrata nel mio blog e non lo hai fatto in altri ancora meno competenti di me, guarda il caso come è strana la vita nell'essere educata nei mie confronti ad aiutarmi..carissima Bulgara "APPEZZOTTATA!"Ti presentavi meglio e prima e tutto questo non ti succedeva Katerin(questo è il tuo nome).

      Elimina
    2. Dimenticavo di dirti che non sei manco brava a scrivere l'italiano morsicato per far credere di essere una grandissima....cara Bulgara "APPEZZOTTATA" a dimostrazione della tua mediocre cultura, al riguardo che nel primo messaggio hai scritto perfettamente l'italiano, diciamo, poi nel secondo ti sei fatta sgamare come una cretina parlavo molto meglio di te il bulgaro quando per guadagnarmi la giornata umilmente stavo vicino ai semafori per ricavare qualche lira per potere mangiare. Quindi non sei brava neanche in questo grandissima....cara Katerin..a, (Bulgara) dei bassifondi così bassi che nemmeno i topi di fogna si accostano a te. Come vedi ti ho abbastanza offesa e me lo posso permettere anche perché le offese per te non sono altro che complimenti e sicuramente ne sei abituata perché ti piace essere offesa nell'anonimato per non mostrare la tua vera personalità di una persona che si stimola con le sue perversità di sadomasochismo..ti piace crogiolarti in questa vena lussuriosa.. e vero Katerina?Così ti fai chiamare in questo tuo mondo di perversione?

      Elimina
  5. Anonimo11:01

    Io non ho usato termini offensivi e nessun insulto solo ho spiegato errori nella ricetta,tu sei offensivo e non accetti consigli da chi vuole solo spiegare.Non preoccuparti non seguo piu questo blog.
    Katerin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era meglio che li usavi e non hai avuto il coraggio di mostrarti e sei venuta in casa mia per offendermi, rileggiti il tuo primo commento grandissima....(Bulgara) "APPEZZOTTATA!!". Certo che ti ho offeso e continuerò a farlo finché vita avrò. Da oggi in poi per te sarà un'agonia e bello offendere le persone con due semplici parole puntate, come vedi io te ne ho dette tante e non bastano per annientare una pervertita come sei tu "SADOMASOCHISTA" verso chi si diletta con amore per la propria passione. Come vedo te la sei sentita evidentemente ti ho colpito a tal punto che adesso non segui più il mio blog, ma qua nessuno ti ha detto di seguirmi e nessuno ti ha invitata e questo il tuo grande sbaglio che hai fatto, credevi che non postavo il tuo commento, per tua sfortuha io ho l'opzione per gli spam e il tuo commento non è uno spam quindi mi conosci molto bene e poi lo dici tu che mi seguivi quindi farò in modo di rintracciarti e ci riuscirò anche se già so chi sei ma voglio una conferma da chi..non te lo dico devi agonizzare a tal punto che tu stessa mi dirai chi sei. Ti permetti di entrare nel mio privato e di dettare legge in un modo premeditato e presuntuoso per dirmi di andare in quel blog ed imparare come si fa, ma la cosa più stupida che hai fatto e che se devo andare in questo blog, che ci vado da sempre tra l'altro, perché mi correggi gli ingredienti e mi parli di alveolatura che vedendo le foto dice che è piatto, non ti sei fatta un 'opinione diversa pensando che le foto non sono fatte bene, che non sia un buon fotografo, quindi ritengo che la descrizione che offensivamente e debitamente hai scritto mi fa capire che fai parte dello staff di queste persone amiche per il fatto che ne capisci ma non tanto perché se fossi una professionista proveresti prima di parlare la ricetta in questione, poi non puoi dire che l'amido si deve sostituire con la farina di riso, quanto sei dilettante, sempre un'amido è (BULGARA). Allora non ti resta che continuare a seguire questi grandi Maestri amici e farti insegnare, perché non sei all'altezza di poterlo fare verso gli altri, le basi iniziali di pasticceria. Infine voglio dirti che quanto mi toccano divento l'incontrario di come sono, quindi chi mi conosce sa bene come la penso e adesso mi mostro a te come sono una persona civile e non incivile come mi hai fatto diventare tu, quindi ti regalo ancora un po' di tempo per riflettere perché tu possa mostrarti a me per dirmi che hai sbagliato e non c'è bisogno di chiedermi scusa perché mi dimostri anche tu che sei diversa da come ti sei posta nei mie riguardi ed io ti do la mia parola che toglierò anzi cancellerò tutti commenti che ci siamo detti così potremo dialogare civilmente e perché no, potremo anche diventare amici. Come vedi so anche vivere e quindi resta a te la scelta ma ricordati che ti devi far conoscere ti devo guardare in faccia, almeno questo e non pensare che sia una trappola perché tu stessa ti sei messa in questa situazione con i tuoi commenti. Quindi non continuare a farmi innervosire se no con dispiacere devo incominciare a mettere i tuoi commenti su fb e quant'altro con un semplice copia e incolla, per adesso......

      Elimina
  6. Anonimo20:55

    l'anonima bulgara tie' raggio' ,gnurant.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cari amici che mi seguite, come vedete l'amica anonima e poliglotta sa diverse lingue e le sa usare molto bene è un'esperta in materia dal nord al centro e al sud fino ad arrivare in BULGARIA dove gli amici la chiamano Katarin ma il suo vero nome e Katarina.

      Elimina
  7. ma che succede? Lucio lascia perdere...per noi sei bravo ed umile,questo ci basta! Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Licia, purtroppo questa persona dice di essere BULGARA offendendo anche i suoi conterranei, tra l'altro, mostrandosi razzista nei confronti di questo paese. Mi dice che ho molto da imparare, bene, credo che nessuno di noi, umili food-blogger, dicesse l'incontrario, ma purtroppo tra tutti i blog esistenti e venuta direttamente nel mio blog a mostrarmi le sue doti di Maestra nell'insegnare come si fa un lievitato puntualizzando anche gli ingredienti da omettere e viceversa. Pensa quanto io sia importante perché lei si è scomodata dalla Bulgaria per venirmi a dire questo, come vedi quanto meno te l'aspetti si diventa importanti. Cara Licia e meglio che me la prendo con filosofia, ma vorrei che tu rileggessi bene il suo commento iniziale di questa Maestra poliglotta e vedi quanta premeditazione c'è con tanta presuntuosità nel colpirmi e credo che sia d'accordo con altre persone con cui lavora. Felice giornata.

      Elimina
  8. Lucio io lo sai perche' sono venuta qui??? Per ringraziarti e dirti che ho fatto la pastiera,ti ricordi ne avevamo parlato? Allora la zuccata non l'ho trovata e ho messo i canditi e per il grano ho dovuto cuocerlo tanto anche se era precotto ho cotto piu' di mezz'ora e ho girato tanto perche' si attaccava alla pentola,comunque alla fine e' venuta una pastiera buonissima e a casa mia ti ringraziamo tutti,anzi non una pastiera ma ne sono uscite due! Senti mia figlia dice di metterci pure le gocce di cioccolato secondo te ci stanno bene? Altra cosa le strisce sopra si sono rotte perche' in cottura si era un po' alzata che mi consigli,forse e' il mio forno! Mi dispiace non poterti mandare le foto. Ora concludo data la situazione che leggo sopra consigliandoti due cose la prima cosa perche' non inserisci l'approvazione ai commenti e pubblichi solo quelli approvati? Seconda cosa elimina gli anonimi e fai pubblicare solo chi si mostra. E poi dico alla signora o signore o chiunque e di dove sia Lucio e' forte e la sua pastiera e' buonissssima e tu se vuoi scaricarti fatti una corsetta al parco no!!!!! Lucio grazieeeee e non te la prendere,quando provo altre tue ricette ti faccio sapere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella notizia che mia hai regalato e in questo momento ci voleva proprio, grazie infinitamente cara Isabella^^!Adesso ti spiego bene: 1)Non capisco perché tu abbia cotto il grano per così lungo tempo quando lo stesso e già cotto, se hai eseguito una delle mie pastiere vedi che basta cuocere il grano con il latte descritto 300 ml per pochi minuti dopo che il latte inizia dolcemente a bollire e mescolando con una cucchiarella deve risultare in breve come una crema biancastra ma legante per il fatto che spero ai aggiunto anche il burro ma soprattutto perché il grano stesso emette fuori il glutine, tutto questo in una pentola a triplo fondo d'acciaio con fiamma bassa forse per questo che si attaccava. Quindi non bisogna farlo seccare troppo per la mia pastiera e non per un gusto personale, se invece e per questa ultima cosa che ho detto allora lo puoi passare del tutto attraverso un passa verdure quando è ancora caldo e lo fai raffreddare bene, ma deve essere sempre cotto come ho citato sopra così facendo ricaverai tutta la crema che ne esce fondamentale per la pastiera e anche per il gusto personale alla fine. Ma bada bene che il grano non deve essere cotto così tanto anche per il fatto che perde il suo aroma caratteristico, basta che sviti il tappo del barattolo per sentirlo. 2)Prima di procedere al confezionamento della pastiera nel ruoto, il mio consiglio e che bisogna non dividere mai l'impasto ottenuto in diversi ruoti ma bensì in uno solo perché si disperdono molto gli aromi e alla fine il risultato e diversificato da quello che devi ottenere. 3)Al riguardo delle strisce può succedere che si rompono dovuto al fatto che ai sbattuto bene le uova nell'impasto e in cottura si gonfiano, ciò significa che hai eseguito bene la procedura, ma dopo la cottura della pastiera e raffreddata, devono ritornare al loro posto iniziale. Non so quale pasta frolla ai fatto e in che modo l'hai preparata, credo che non hai fatto la mia ma hai preparato la tua, ma questo è un discorso che approfondiremo più in la. 4)Il cioccolato nella pastiera e un'opzionale che è subentrato negli ultimi tempi, come altri aromi; tipo il liquore Strega, l'aroma di mandorle, addirittura il caffè ecc....Ma da buon Napoletano distico totalmente tutto questo perché la pastiera deve rimanere nella sua originalità ma non posso evitare il gusto personale, dunque se tua figlia gli piace il cioccolato lo puoi inserire. Comunque in futuro farò lo stesso altre ricette al riguardo per accontentare un po' tutti. Spero di esserti stato utile rispondendo ai tuoi dubbi. Cara Isabella sono commosso e tanto felice di avermi onorato insieme alla tua famiglia ad assaggiare la pastiera che hai eseguito è il più bel regalo che ho ricevuto da una persona sincera e leale come sei tu. Grazie infinitamente. Bacioni e abbracci calorosi a tutti!P.S. ti rispondo al resto del tuo commento sotto l'altro tuo commento al riguardo di quello che mi sta succedendo. Grazie.

      Elimina
  9. Lucio lo sai che penso che tu hai scatenato la rabbia di qualche ristorante che ti sta vicino casa e gli rubi i clienti con i profumini dei tuoi manicaretti.....non ti arrabbiare Lucio ti difendiamo noi!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Isabella, già c'è l'ho l'opzione per i commenti, di spam in inglese ne arrivano tantissimi e automaticamente vengono cancellati, mentre invece di anonimi si possono contare sulle dita e se mi garba li posto come in questo caso di questa anonima oppure li cancello. Come vedi sono due giorni che non mi commenta più dall'ultimo messaggio breve che tra l'altro non so decifrare, "Gnurant" lo capito ma "Raggio" no. Credo che dal primo messaggio in italiano al secondo in Bulgaro e infine con l'ultimo con la sua lingua madre che mi fa capire che la decadenza sia originaria del nord, anzi se tu riesci a capire il significato di "Raggio" te ne sarei grato. Cara Isabella, io non mi permetto di entrare in casa degli altri senza bussare prima, e se mi fanno entrare mi accomodo e ci prendiamo un bel caffè insieme e dialoghiamo e non mi permetto assolutamente di dettare legge e di essere offensivo e di dire che io sia il migliore o insegnare come si deve fare. Se osservi di persone che mi seguono ne ho solo 148 dal 2010 che ho aperto il blog, ci deve essere un motivo per questo o no?Te lo dico subito; ho aperto il blog per la spinta di amici e parenti perché si potessero stampare le ricette perché per anni mi stavano sempre addosso per averle per il fatto che assaggiavano le mie preparazioni ed io per gelosia stupida non gliele davo, ma mi mettevo e mi metto sempre a loro disposizione nelle feste, o nei compleanni e quant'altro per preparare una torta o un buffet. Quindi come vedi il mio blog non ha nessuna pubblicità che lo sostiene e nessun guadagno economico. Perché ti dico questo, perché in molti lavorano con il blog per guadagnare e quindi più sostenitori hanno più guadagnano, basta che entri in un blog famoso e vedi che sul lato destro ci sono le pubblicità dei prodotti e se guardi nei sostenitori c'è ne sono tantissimi più di quelli che ho io. Tutto questo a me non mi tocca assolutamente perché ognuno fa quello che gli piace fare, ma nel momento in cui qualcuno di essi viene nel mio blog per giudicarmi allora le cose cambiano. Non sopporto la presuntuosità e l'arroganza delle persone, evidentemente ho addosso molta invidia per il fatto che con le mie ricette do fastidio a qualcuno e senza farmi pubblicità in tutti questi anni ho ricevuto fino ad ora più di centomila visitatori cosa che io non me lo sarei mai aspettato e tra l'altro ho molte persone che mi seguono in silenzio come te. Quindi la mia battaglia verso queste persone e con le mie ricette a fatto accendere la miccia per scaturire la loro rabbia, come hai detto tu, verso di me come in questo caso di questa ricetta della "brioche" che essendo un'impasto diretto non si ammette che può essere elencata tra i lievitati veloci da questa persona che lavora o e una discepola di questo staff che girano l'Italia intera con i loro Katerin per mostrare le tecniche dei lievitati a lenta lievitazione fatti con pasta madre che io ritengo che sono eccezionali e progettate da persone qualificate di alto livello che seguo in silenzio da anni per imparare queste tecniche e che le conservo ma in pratica le uso pochissimo perché ritengo che per una casalinga che di tempo ne ha poco non son valide, Questa e solo una mia opinione personale e non è un declassare le persone che hanno creato queste nuove tecniche moderne di procedura per i lievitati se no io non li seguivo, non ti sembra Isabella?

      Elimina
    2. Quindi come vedi do fastidio a qualcuno evidentemente solo per il fatto che una ricetta mia possa influire sul lavoro degli altri se così fosse, ma come ho citato sopra ognuno in casa propria può fare quello che vuole ma senza giudicare gli altri e nel rispetto assoluto di chi come me si diletta e si diverte mostrando a tutti con serenità la propria passione che si mette nel preparare un piatto. Cara Isabella ti ringrazio vivamente per il tuo appoggio in tutti i sensi, ti tranquillizzo per il fatto che non sono arrabbiato così tanto, lo sono per come si dicono le cose non per il fatto di aspettarmi che una mia ricetta deve per forza piacere, anzi mi aspetto l'incontrario anche perché sarebbe troppo piatta la cosa e troppo facile per me, ma quanto mi arrivano complimenti come me l'hai fatti tu allora il mio cuore va in aritmia e felice di pensare che alla fine anche io riesco nel mio piccolo a fare qualcosa di buono. Grazie Isabella, grazie di cuore, grazie per aver preparato una mia ricetta, grazie alla tua famiglia per il giudizio finale!Bacioni a tutti ma di più a te che l'hai preparata. P.s. : ho dimenticato di dirti che non fa niente se non metti la zuccata perché non è facile trovarla, ma ti consiglio di mettere solo l'arancia candita e al limite, insieme se piace, il cedro in minor quantità. A presto Isabella.

      Elimina
  10. Lucio io passavo per dirti della pastiera e ho trovato il caos,in questo periodo sono incasinatissima e infatti nelle prossime settimana saro' poco presente ma voglio dirti che la frolla della pastiera era la tua ricetta poco piu' di burro pero' che sugna ma se tu dici che gonfia in cottura e' normale che spacca la griglia allora,riguardo al grano pentola acciaio doppio fondo fiamma bassissima e il latte ci ha messo per assorbirsi al grano forse dipende da fornello e pentola.Per il dialetto io sto verso Roma ma secondo me hanno giocato e forse pure inventato o forse e' Bulgaro ma lo sai come si dice qui da me.... ma che te ne frega!!!! Io al tuo posto se ti ricapita e forse ti ricapita se ti vogliono rompere come dici tu io non pubblicherei piu' i commenti anonimi dammi retta butta tutto in spam! In alcuni blog in forma anonima non si pubblica fai cosi' pure tu dammi retta. Riguardo alle ricette e mica tutte le ricette possono piacere io quando cucino capita che a mio marito piace e ai figli no o il contrario e allora tornando ai dialetti io dico quello che non strozza ingrassa! Concludo dicendo che la mia ricetta di pasta brioche e' mia solo mia e me la sono pure inventata come hai fatto tu con la tua e ti dico che e' buonissima e se a qualcuno non piace e chi se ne frega!!! Lucio ora scappo e appena posso torno di nuovo a salutarti per ora ti auguro un buon week end e buon divertimento e buone sperimentazioni in cucina....appena posso faccio la tua pizza di scarole!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando devi fare una ricetta in generale ci vuole calma e pazienza e se non c'è l'hai e meglio lasciare stare. Al riguardo della pasta frolla non sei stata precisa, devi mettere le proporzioni di burro e di sugna in parti uguali. Se non ti piace la sugna metti solo il burro (170 g), al posto dello zucchero a velo metti lo zucchero semolato extra fine. Se l'ambiente in cui lavori supera i 15°C avrai difficoltà nel manipolare la pasta frolla. I pasticcieri hanno i piani di lavoro refrigerati quindi anche se hai un piano di marmo ti da un'aiuto in più ma devi fare in fretta e toccarla il meno possibile con le mani nude ma se metti dei guanti da chirurgo vai meglio. Il latte nel grano serve come il burro da legante e non deve essere consumato e ne ridotto in modo tale da non vederlo più, tanto vale che metti il grano direttamente dal barattolo nell'impasto aggiungendo un bicchiere di latte fresco, come fanno in tanti. Il latte serve anche per dare succosità e umidità alla pastiera. Se hai fatto la pastiera di Francesca allora devi cuocerlo un pochettino in più, ma non disseccarlo, come sta scritto nella ricetta deve diventare come una crema ma non come un deserto. Come prevedevo non ai usato gli attrezzi adeguati per la cottura del grano. Il mio ultimo consiglio e quello di rifare la pastiera, non adesso e ovvio, e mano mano che la prepari ogni qualvolta capirai tu stessa come procedere bene, solo così potrai assimilarla bene per poi modificarla a tuo piacimento. Cara Isabella sei davvero gentile ma non ti preoccupare fai le cose tue con calma, anche per me sarà la stessa cosa la settima prossima, il lavoro mi terrà impegnato e solo di sera ti potrò rispondere e non so per quanto tempo. Vedi che ti ho mandato un messaggio breve nella tua posta, ho solo provato per vedere se ti è arrivato. Spero di si per il fatto che era da molto tempo che non inviavo un email, quindi ho dovuto fare tutti gli aggiornamenti d'accapo.Ti ringrazio di cuore per tutto, anche per te un week end sereno.

      Elimina

Chiedo scusa a chi mi lascia un commento se vi chiedo questo passaggio di verifica, purtroppo il mio blog è invaso di centinaia di commenti "SPAM". Grazie di cuore se acconsentite.