Informazioni personali

La mia foto

Sono un autodidatta al 100x100, mi chiamo Lucio e sono Napoletano fin dalla nascita, la mia passione è fare dolci e lievitati e di dare e ricevere ricette in generale. Sono molto altruista mi piace dialogare con tutti, mi piace scherzare, mi piace mangiare, adesso non più di tanto, ma quando sto vicino ad un dolce che Dio mi assista. Amo tutta la musica, la cultura in generale e acculturarmi, amo la luce solare, amo il mare, amo stare in mezzo alla natura e fra la gente, odio la presuntuosità delle persone in generale divento come HULK! Non sono razzista nel modo più assoluto quindi non sono contro a chi è diverso in tutte le sue forme e categorie, odio chi lo è,  e chi sta contro di loro divento come SPIDER MAN! Non credo molto nell'amicizia tra un uomo è una donna non c'è ancora abbastanza cultura su questo argomento, sono contro a chi fa violenza sui i bambini, sulle donne, su gli anziani, su gli animali e chi è diverso divento come BATTMAN! Infine chi è gentile con me lo sono altrettanto è doppiamente! Con affetto e stima Babbà! 
"BUONA VITA A TUTTI"   

sabato 2 novembre 2013

"CIAMBELLINE SCRICCHIOLOSE LAZIALI"














 PREFAZIONE
Oggi vi propongo una ricettina molto semplice da fare, queste ciambelline al vino di marsala. E una ricetta regionale, già dal titolo si può capire da quale regione proviene, appunto il Lazio. Questi biscotti sono davvero una libidine, ideali per un dopo cena, se avete degli ospiti di sicuro vi faranno i complimenti, ma anche per uno spuntino spezza fame al posto di qualche dolcetto confezionato e perché no, anche per una buona colazione. Già dagli ingredienti si può capire di quanto siano genuini, semplici e leggeri. Direi proprio di provarli per capire tutto ciò, una volta assaggiati e farli assaggiare, non si può fare a meno di non rifarli...PAROLA di BABBà...PROVARE per CREDERE!!!!
COSA VI SERVE:
Una tazza da latte per misurare gli ingredienti
Una ciotola
Una frusta
Un setaccio
Una placca ricoperta di carta forno
Una gratella
Manualità
INGREDIENTI:
2 tazze colme di farina "00" di buona qualità
1 tazza non colma di zucchero semolato + quel che serve per impanarli
1 tazza non colma di olio di girasole
1 tazza di vino di Marsala
Una punta di cucchiaino di bicarbonato o di lievito per dolci
Un pizzico di sale
Semi di anice a piacere
PROCEDIMENTO:
In una ciotola mettete lo zucchero, l'olio e il sale e con la frusta mescolate bene.
Aggiungete il marsala e il lievito e mescolate bene per far sciogliere lo zucchero.
Setacciate la farina e aggiungetela piano al composto e mescolate.  
Quando vedete che la farina si è assorbita ai liquidi aggiungete i semi di anice e rivoltate l'impasto su un piano.
Lavorate il tutto con le mani per poco tempo perché lo possiate amalgamarlo, aiutatevi con un po' di farina per il fatto che la pasta tenderà a far fuori uscire l'olio, non vi preoccupate e normale anche quando formerete le ciambelline sarà così. 
Alla fine deve risultare un impasto abbastanza morbido. A questo punto, preparata la placca da forno ricoperta e il piatto con lo zucchero semolato, non vi resta che preparare le ciambelline in questo modo: prelevate dei pezzi di pasta e arrotolateli sul piano di lavoro e formate dei grissini lunghi non troppo grossi di spessore. Divideteli per formare dei grissini più piccoli e prendete fra le mani le due estremità che attaccherete per formare la ciambellina. Buttatela nello zucchero e impanatela su tutte e due le facce schiacciandola un po'. Fatto questo poggiatela sulla placca per allinearla con le altre. Preriscaldate il forno a 180°c ventilato e infornate  per 10-15 minuti circa fino a che vedete che si sono dorate. Sfornate e fate raffreddare su una gratella.
NOTA: potete sostituire lo zucchero semolato con quello di canna per l'impanatura, come pure i semi di anice e il marsala con quello che vi piace. Il mio consiglio e quello di provarli come descritti dalla ricetta e poi in seguito di cambiare a modo vostro gli aromi, ma credo proprio che non lo farete appena li degusterete.
"BUONA VITA A TUTTI"



















10 commenti:

  1. Scricchiolose a tal punto che non resisterei a dargli un bel morso! Bellissime, Lucio, veramente. Complimenti e un abbraccio di cuore <3

    RispondiElimina
  2. Ne assaggeri uno volentieri!!Mi segno la ricetta e li provo. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se li assaggerai di sicuro non potrai fare a meno di fermarti a non mangiarli, uno tira l'altro! Ti consiglio di non fare la ricetta se no dopo devi andare dal dietologo..hahahaha!! Grazie Annamaria. Ciao!

      Elimina
  3. e bravo!!! devono essere veramente buonissime queste ciambelline anche se un po' caloriche!! comunque ogni tanto fa bene! baci

    RispondiElimina
  4. Caro Lucio è da tanto (troppo) che non ti sento, ma vedo che sei tornato alla grande con questi ciambelline che metto il buon umore e l'acquolina in bocca. vedo che hai messo la testa di Babbo Natale, anche tu (come me) patito per le ricorrenze natalizie. ciao a risentirci presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Tiziana, come ho descritto nella prefazione di questa ricetta, non riuscirò a postare come facevo prima, ma di sicuro posterò anche se sarà di meno ma lo farò. Tu riesci a vedere che ho messo il babbo natale sul cursore mentre io non lo vedo che rabbia!!Si amo questa festa più di ogni altra, addobbo ogni angolo di casa, pensa che solo sull'albero che è di 3 metri, ci sono oltre 1000 luci, nella foto non si nota, purtroppo. Caggia fà mi piac o' Natal, nientdimen m putess arapì nu magazzin comm e cinis talment ra robb che teng pa addubbà..hahahahaha!! Credo che come stanno le mie cose nel rispetto verso mia moglie e verso mia suocera che ci ha lasciato, quest'anno non festeggeremo. Grazie di cuore Tiziana, bacioni tutti per te, ciao!

      Elimina
    2. Baba' Baba' adoro il Natale anche quando mio padre è finito il 23 dicembre del 1999.......continuo a festeggiarlo ogni anno come se lui stesse sempre a capo della tavola con il suo bel pancione (proprio come Babbo Natale) che più bambino di me ci esorta a scartare i regali e a fare il bis su tutto quello che cucinava mia madre. Io con il cuore ti sono vicina vicina, ma accendere una luce di Natale, non significa spegnere la luce d'amore che abbiamo nel cuore per le persone che amiamo. (P.S. a casa mia a Natale pare allummat e' Pidigrott.)

      Elimina
    3. Sono dello stesso tuo parere anche quando mio padre mi ha lasciato ho festeggiato proprio perché a lui piaceva tanto, Purtroppo devo rispettare il pensiero di mia moglie che per adesso non se la sente di farlo. Per me mia moglie lo sa quanto ci tengo per questa festa e come la festeggio, può darsi che all'ultimo momento lei cambierà idea, ma non credo perché la presa veramente dura e questa voglia non c'è proprio in lei e forse a ragione.
      P.S : Addo stà chiù a piedigrott e na vot at ch carnval e Viaregg....adda esser nu spettacolo a casa toia e comm na fest e piazz si miett allumat...c mancn sulament e cantant... hahahaahaha..sto pazziann Tizià m piac e pazzià...fa buon miett chiù cos ca può metter na vota sol si camp...sciù pa facc e chi nu mett nient....hahahahahaha!!!Bacioni affettuosi tutti per te.

      Elimina
  5. Caro Babbà una ricetta simile la faccio anche io :) Bravissimo sono buonissime le tue ne sono certa! Me le puoi inviare via posta???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luna, passo da te per organizzare questa spedizione. Bacioni^^

      Elimina

Chiedo scusa a chi mi lascia un commento se vi chiedo questo passaggio di verifica, purtroppo il mio blog è invaso di centinaia di commenti "SPAM". Grazie di cuore se acconsentite.