Informazioni personali

La mia foto

Sono un autodidatta al 100x100, mi chiamo Lucio e sono Napoletano fin dalla nascita, la mia passione è fare dolci e lievitati e di dare e ricevere ricette in generale. Sono molto altruista mi piace dialogare con tutti, mi piace scherzare, mi piace mangiare, adesso non più di tanto, ma quando sto vicino ad un dolce che Dio mi assista. Amo tutta la musica, la cultura in generale e acculturarmi, amo la luce solare, amo il mare, amo stare in mezzo alla natura e fra la gente, odio la presuntuosità delle persone in generale divento come HULK! Non sono razzista nel modo più assoluto quindi non sono contro a chi è diverso in tutte le sue forme e categorie, odio chi lo è,  e chi sta contro di loro divento come SPIDER MAN! Non credo molto nell'amicizia tra un uomo è una donna non c'è ancora abbastanza cultura su questo argomento, sono contro a chi fa violenza sui i bambini, sulle donne, su gli anziani, su gli animali e chi è diverso divento come BATTMAN! Infine chi è gentile con me lo sono altrettanto è doppiamente! Con affetto e stima Babbà! 
"BUONA VITA A TUTTI"   

venerdì 4 gennaio 2013

"LE MIE PASTIERE E LE MIE CASSATE PER FINIRE IN BELLEZZA IL 2012!!"




"PREFAZIONE"
Cari follower, ringraziando nostro Signore, il Natale e l'ultimo dell'anno se ne sono andati via in men che non si dica..sono volati ed io sono triste perché amo questo periodo dell'anno è non vorrei che andasse via..solo quando si è piccoli si ha la sensazione che le feste non arrivino mai e che poi questa sensazione continua durante tutto il periodo perché il tempo sembra che scorri più lentamente del normale. Invece quando si è più grandi questa sensazione la si sente per pochi istanti che ti fanno ritornare indietro nel tempo dove tutto era magico, tutto sapeva di calore familiare, bastava un braciere acceso e messo al centro della stanza per riscaldare i nostri cuori e per creare quell'atmosfera Natalizia che aspettavi con tanta ansia. Anche con le pietanze si aveva questa sensazione perché solo a Natale potevi gustare certe cose, non le trovavi durante l'anno è solo a Natale si potevano mangiare. Ecco il motivo con il quale il Natale si sentiva maggiormente, adesso è Natale tutto l'anno la differenza non c'è più, l'astinenza a certi cibi e ormai trapassata. Vi può sembrare strano, ma cerco di mantenere questa astinenza e faccio in modo che durante l'anno non tocchi i cibi che fanno parte della tradizione Natalizia, solo così, ancora oggi, riesco a sentire alcuni mesi prima, l'avvenire del Natale, non è facile, ma ci riesco. Tra qualche giorno arriverà la Befana e con questa ultima festa si porterà via tutte le altre, la cosa più importante che ci porterà, nel suo sacco, tanta salute e tanto benessere, in special modo ai nostri figli per un futuro migliore di questo passato.
Dopo questa prefazione, con un po' di nostalgica, passo ai miei dolci che ho fatto per queste feste. Come potete vedere dalle foto sono dolci che io ho già postato in passato, questa volta però ho modificato alcune cose, come le pastiere, non ho fatto altro che mettere il grano insieme agli altri ingredienti, senza farlo cuocere prima, come si fa di solito, e senza passarne la metà, così direttamente dal barattolo, come pure la pasta frolla che non lo fatta riposare ma lo usata subito per rivestire lo stampo e poi lo messa in frigo, queste sono le modifiche che ho applicato. In quella rettangolare ho fatto così, mentre in quella rotonda ho aggiunto in più un bicchiere di latte intero fresco. Credevo che alla fine il risultato sarebbe stato alquanto insoddisfacente, invece ho avuto ,da persone che se ne intendono, dei veri complimenti. Anche per le cassate e stato un trionfo, specialmente per quella senza cioccolato bianco di copertura come si vede nella foto, e stato un successone, di solito non bagno la cassata, ma in questo caso per dargli quel senso di sapore mandorlato le ho bagnate con l'amaretto di Saronno diluito con acqua imbottigliata, senza zucchero, a me e a chi l'assaggiata è piaciuta pure quella con la copertura di cioccolato bianco non era di meno, anzi credo che sia una vera libidine. Quindi come si può vedere cerco sempre di diminuire il più possibile lo zucchero perché ritengo che questo tipo di dolce diventa al palato troppo stucchevole e dopo una bella mangiata non lo si assapora affatto anzi diventa quasi disgustoso.
RICETTE:
INGREDIENTI PER LE PASTIERE:
580 g di ricotta
580 g di zucchero semolato
580 g di grano cotto in barattolo cremoso
8 uova fresche
2 fialette d'aroma millefiori oppure 1 di fior d'arancio e 1 di millefiori
1 bustina di vanillina pura o 1/2 bacca di vaniglia Bourbon o estratto
La scorza di un limone grattugiata
La scorza di un'arancia grattugiata
150 g di arancia candita tagliata a dadini piccoli
1/2 bustina di cannella pura
1 bicchiere da 200 ml di latte intero fresco(facoltativo)
INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA:
500 g di farina "00"
3 tuorli d'uovo freschi
200 g di burro Prealpi(quello a forma cilindrica)
200 g di zucchero semolato extra fine
1 fialetta d'aroma arancio della Pane Angeli
Un pizzico di sale fino
PROCEDURA:
Preparate la pasta frolla, impastando la farina, 3 tuorli d'uovo, il burro ammorbidito, lo zucchero, la fialetta d'arancia ed un pizzico di sale, solo il tempo necessario per ottenere un'impasto liscio e omogeneo. Prendete uno stampo a cerniera da 28 cm di diametro imburrato e rivestite il suo interno(compresi i lati)di questa pasta frolla stesa su un foglio di carta da forno che toglierete e mettete in frigo coperta fino al momento che vi servirà. Quindi come vedete non ho fatto riposare la frolla, lo messa direttamente nello stampo, il resto della frolla la conservate in frigo nella parte meno fredda del frigo insieme allo stampo.
Ora preparate il ripieno: amalgamate bene la ricotta, passata prima al setaccio, con lo zucchero. Preriscaldate il forno a 180°C.
Aggiungete sempre mescolando, gli 8 tuorli d'uovo uno ad uno, tutto il grano contenuto nel barattolo, le fiale di millefiori, la cannella, la vanillina o la mezza bacca, le scorze degli agrumi grattugiate, l'arancia candita e il bicchiere di latte(facoltativo), amalgamate bene il tutto ed in ultimo aggiungete gli albumi montati a neve.
Mescolate dal basso verso l'alto fino a rendere l'impasto cremoso ed omogeneo.
A questo punto non vi resta che travasare questo ripieno nel guscio di frolla che avete tenuto in frigo e con la frolla rimasta dovete decorare la pastiera con delle strisce  che taglierete e appoggerete sul ripieno delicatamente a forma di griglia come nella foto. Cuocete la pastiera per un minimo di un'ora, poi proseguite fino a brunitura sempre alla temperatura di 180°C. Fate sempre la prova del ferro da calza.
Quando è cotta sfornatela e lasciatela raffreddare del tutto. Dopo due giorni di maturazione servite ricoperta di zucchero a velo vanigliato. 
INGREDIENTI PER LE CASSATE:
1,500 Kg di ricotta di pecora passata al setaccio
500 g di zucchero semolato
100 g di gocce di cioccolato fondente+quelle per decorare 
100 g di gocce di cioccolato bianco+quelle per decorare
200 g di arancia candita tagliata a dadini+quella per decorare
300 g di cioccolato bianco della Novi in tavolette
1 barattolo di gelatina di albicocche
1 pan di Spagna di 28 cm di diametro
250 ml di liquore amaretto di Saronno
250 ml di acqua semplice imbottigliata.
Con queste dosi otterrete due cassate, una da 26 cm di diametro usando una stampo a cerniera, l'altra da 24 cm di diametro usando uno stampo di plastica svasato. Per rendervi la vita più facile vi riporto nella mia ricetta della cassata così vi sarà più facile eseguire la procedura perché ci sono le foto passo passo. Ovviamente dovete usare questi ingredienti e prima di mettere la ricotta nel guscio di pan di Spagna lo dovete bagnare con l'amaretto e pure sopra quando la chiudete. Dopo la sosta in frigo, la rigirate sul vassoio di portata è la pennellate di gelatina di albicocche calda, quella da 24 cm e la decorate con le gocce di cioccolato e l'arancia candita, mentre per quella più grande, dovete sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria con una noce di burro, pennellate prima con la gelatina di albicocche e poi con il cioccolato fuso ma non bollente tutta la superficie come si vede dalle foto. Di seguito vi trascrivo il titolo della ricetta: "CHEST E CASSAT!!!S' PO' MAGNà SENZA DISTURBà..PAROLA DI BABBà!!!"..etichette: cassata, dolci, dolci regionali, Natale, pan di Spagna.
"BUON ANNO E BUONA VITA A TUTTI".GRAZIE DI CUORE PER GLI AUGURI CHE MI AVETE DONATO E GRAZIE A CHI NON ME LI HA FATTI..è UGUALE LO STESSO!!






      









    

5 commenti:

  1. Mamma che bellissimo fine 2012!!!!complimenti e tenti Auguri di Buon ANNO!!!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Francy, anche per te un 2013 pieno di salute e benessere..AUGURI!!!

      Elimina
  2. Ciao Lucio, buon anno e grazie per l'incoraggiamento e il sostegno. Hai ragione non è possibile rinunciare alle passioni, sicuramente come in tutte le cose ci sono gli ostacoli, ma ho riflettuto a lungo e ho capito che non bisogna mai farsi scoraggiare e demordere! Complimenti per le tue pastiere, il cui sapore lo posso solo immaginare, ma il cui aspetto è ben evidente: a dir poco deliziose! un abbraccio e a presto paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento per te Paola..Brava!!Così bisogna fare..chi se ferma è perduto^_=!Che sia per te l'anno più bello della tua vita!Buon anno Paola!Baciotti tutti per te!A presto..ricambio l'abbraccio..Lucio

      Elimina
  3. Babbà super Babbà ma tu sei un portento :) guarda qui che divine e golose bontà, ma una fettina per noi ne è rimasta??!! Complimenti di cuore ^.^ Ed inoltre condivido appineo quello che dici a proposito del Natale, il fatto è che crescendo si perde tutta la fantasia che invece i bambini hanno e soprattutto ci si preoccupa più del materiale che dello spirituale, purtroppo. E poi ci si preoccupa sempre dei problemi che si hanno e non si sorride più :(
    Io quest'anno ero così contenta delle feste Natalizie, per 2 giorni consecutivi sono andata in giro a scegliere regali personalizzati per i miei cari, tutta felice e poi i miei si sono ammalati ed hanno passato a soli tutte le feste sino all'ultima che stà per arrivare e quindi non vedo l'ora che terminino queste feste! Da cancellare il Natale di quest'anno :( Però hai ragione tu quando eravamo piccoli noi bastava poco per sentire il calore ed il clima festoso. Baci!

    RispondiElimina

Chiedo scusa a chi mi lascia un commento se vi chiedo questo passaggio di verifica, purtroppo il mio blog è invaso di centinaia di commenti "SPAM". Grazie di cuore se acconsentite.