Informazioni personali

La mia foto

Sono un autodidatta al 100x100, mi chiamo Lucio e sono Napoletano fin dalla nascita, la mia passione è fare dolci e lievitati e di dare e ricevere ricette in generale. Sono molto altruista mi piace dialogare con tutti, mi piace scherzare, mi piace mangiare, adesso non più di tanto, ma quando sto vicino ad un dolce che Dio mi assista. Amo tutta la musica, la cultura in generale e acculturarmi, amo la luce solare, amo il mare, amo stare in mezzo alla natura e fra la gente, odio la presuntuosità delle persone in generale divento come HULK! Non sono razzista nel modo più assoluto quindi non sono contro a chi è diverso in tutte le sue forme e categorie, odio chi lo è,  e chi sta contro di loro divento come SPIDER MAN! Non credo molto nell'amicizia tra un uomo è una donna non c'è ancora abbastanza cultura su questo argomento, sono contro a chi fa violenza sui i bambini, sulle donne, su gli anziani, su gli animali e chi è diverso divento come BATTMAN! Infine chi è gentile con me lo sono altrettanto è doppiamente! Con affetto e stima Babbà! 
"BUONA VITA A TUTTI"   

domenica 31 luglio 2011

"GELATO DI LIMONE"

"PREFAZIONE"
Sono iniziate le vacanze d'agosto, meta piacevole per ogni famiglia che aspetta di rilassarsi al sole è divertirsi spenziaratamente, con la speranza che le giornate siano splendide, piene di sole cosi si ritorna alle proprie dimore tutti abbronzatissimi!!!!!Non c'è una cosa più rinfrescante di un buon gelato per difendersi dalla calura per riportare ad un certo livello la nostra temperatura interna del nostro corpo. Non importa quale sia il gelato da gustare, l'importante che lo gustiate lentamente, senza fretta, perché se lo fate potete abbassare troppo in fretta la vostra temperatura è si può avere un blocco allo stomaco: Mangiatene quanti ne volete, specialmente quelli alla frutta, meno calorici è più nutrienti per la salute. Di certo quelli fatti in casa sono sempre i migliori, anche se le ditte ogni anno immettono sul mercato sempre gelati nuovi che attraggono la nostra attenzione in modo sensoriale per far si che non possiamo fare a meno di non provarli. Sono il primo a farlo, lo ammetto, ma mi fermo col pensiero e con il palato perché con i soldi che spendo, con i confezionati, metto in funzione la mia gelatiera è faccio un bel kg di gelato al gusto che mi piace assicurando la mia salute sotto tutti i punti di vista. Cogliendo l'occasione vi trascrivo questa ricetta di questo famoso gelato al limone, intramontabile tra tutti gli agrumi. 
COSA VI SERVE:
Una gelatiera elettrica
INGREDIENTI:
250 g di panna montata fresca della Granarolo o altro...
100 g di zucchero in zollette
4 limoni freschi non trattati
PREPARAZIONE:
Lavate accuratamente e asciugate i limoni, quindi strofinate sulla buccia le zollette di zucchero in modo che questa cede il suo profumo.
Naturalmente vi sarete assicurati che i limoni non siano stati trattati con prodotti di sintesi chimica per la conservazione.
Quindi spremeteli in un pentolino e versate sulle zollette il succo filtrato, aggiungendo 2 o 3 cucchiaia d'acqua.
Mettete poi sul fuoco e lasciate bollire per qualche minuto mescolando di tanto in tanto, finché lo zucchero si sia completamente sciolto, poi lasciate raffreddare e, a parte, montate la panna. 
Quando lo sciroppo si è raffreddato, incorporatelo alla panna, versate il tutto nella gelatiera e fatela funzionare per 30 minuti circa.
Se invece usate il freezer, versate il composto nella vaschetta da ghiaccio precedentemente raffreddata e procedete nel modo suggerito nelle pagine introduttive di questo capitolo(vedi tecnica e suggerimenti da me postati).
"BUONA VITA E BUONE VACANZE A TUTTI!!!!!!"

sabato 30 luglio 2011

"TORTA DI FORMAGGIO E CIOCCOLATO"




DEDICO QUESTO VIDEO NON SOLO PER IL PRIMO COMPLEANNO DEL MIO BLOG MA LO VOGLIO FESTEGGIARE CON TUTTE VOI !!!!!!!RITENGO CHE SIA SEMPRE IL COMPLEANNO DI TUTTI...QUINDI SENZA ESITARE FESTEGGIAMO INSIEME I NOSTRI BLOG!!!!!!!!AUGURIIIIIIIIIIIIII A TUTTI!!!!!!......BABBà!!!!!



"PREFAZIONE"
Più di un anno fa ho postato la mia prima ricetta il 19/07/2010 con una torta rapida al cioccolato. Che figuraccia che ho fatto a dimenticare il primo compleanno che ha compiuto il mio blog, mi sono confuso con la data, credevo che fosse il 19 agosto...haihaihaihai!!!!Non importa vale lo stesso, mi scuso con tutti quelli che mi seguono chiedo venia di sicuro sarà l'età che incomincia a fare scherzetti, alla fine, comunque ho sbagliato di 11 giorni. Che dire... sono felice è commosso ma molto onorato per tutti i miei follower che mi seguono!!!!Qualcuno all'inizio mi diceva: Babbà se non metti le foto il tuo blog fallirà", bene, care amiche, come vedete sono ancora qua!!!!!Le foto le ho messe negli ultimi tempi e non vorrei ripetermi sempre a dire che per me non cambia niente, se lo fatto è solo esclusivamente per chi intelligentemente mi segue è ha capito che qualcosina so fare!!!Detto questo vorrei chiedere scusa a qualcuna di voi se non ci siamo capiti, può capitare, l'importante che alla fine tutto si risolve, chiedo scusa se pensate e vedete che io regali tanto affetto non posso farci niente la mia indole è fatta così, sono nato per dare tanto amore e se non lo ricevo non importa, anzi ringrazio vivamente a tutte le persone che mi contro cambiano in tal senso, ma sappiate che continuerò sempre a darlo fin quando il mio cuore reggerà!!!!Ringrazio con un abbraccione a tutti voi per avermi sostenuto con i vostri dolci commenti, in questo primo anno di vita del mio blog, continuando imperterrito a regalarvi le mie ricette. GRAZIE DI VERO CUORE A TUTTI !!!!!!  
P.S.: DIMENTICAVO DI DIRE è RINGRAZIARE ALLE POCHISSIME FOOD-BLOGGER , DOVE MI SONO POSTO TRA I LORO FOLLOWER è NON HANNO CONTRO CAMBIATO è DOVE TUTT'ORA CONTINUO A SEGUIRLE SENZA CHE MI SIA TOLTO, RITENENDO CHE SIA ALQUANTO INDELICATO FARLO....GRAZIE PER LA VOSTRA DIVINA PRESUNTUOSITà!!!!!!!
COSA VI SERVE:
Un robot 
Uno stampo a cerniera da 25 cm di diametro imburrato
Uno sbattitore elettrico
Un setaccio
INGREDIENTI PER LA BASE:
250 g di biscotti secchi
120 g di mandorle sfilettate
60 g di burro fuso freddo di buona qualità
PER IL RIPIENO:
250 g di cioccolato bianco
250 g di formaggio bianco Philadelphia
110 g più 2 cucchiaia di zucchero
4 uova grandi fresche più 2 tuorli
2 cucchiaia di farina "00" della Divella o altro....
1 bustina di vanillina
Lamponi freschi(facoltativo)
PREPARAZIONE:
Nel robot macinate i biscotti insieme alle mandorle per ridurli finemente; unire il burro fuso freddo e amalgamate bene.
Mettete il composto in uno stampo a cerniera di 25 cm di diametro e premendo, ricoprite il fondo e due terzi del lato.
Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel forno a microonde.
Lavorate il formaggio con lo sbattitore elettrico fino a quando diventi spumoso; aggiungete lo zucchero e quindi le uova e i tuorli, uno per volta, sbattendo bene dopo ogni aggiunta.
Unire la farina e la vanillina e quindi il cioccolato fuso; sbattendo sempre.
Versate il composto nello stampo preparato e fate cuocere nel forno già riscaldato a 150°C per un'ora o fino a quando abbia preso consistenza.
Lasciate raffreddare su una gratella, togliete la cerniera conservate nel frigorifero per una notte.
Servite con lamponi freschi se volete.
"BUONA VITA A TUTTI"    

mercoledì 27 luglio 2011

"CHEESCAKE ALLE ALBICOCCHE"




"PREFAZIONE"
Già vi ho postato qualcosa, in precedenza su questo frutto che si abbina meravigliosamente nei dolci. Se non sbaglio c'è una crostata e un gelato fatti appunto con le albicocche, in questo cheescake invece ci sono le albicocche sciroppate che usano molto i pasticcieri sopra crostate è torte con la frutta. Non mi dilungo molto, anche perché qualcuna di voi prima di andare in vacanza mi ha istigato a tal punto che non riesco più a fermarmi. Il detto che si dice a Napoli, che azzecca sempre è questo:" PRIMM A VUTTAT A PETRELL E PO A NASCUS A MANELL", traduco: prima di andarsene a buttato il sasso e poi a nascosto la mano..haihaihaihai!!!!Lei adesso sta spaparanzata al sole ed io sto qui a continuare a postare le mie ricette, devi ritornare?? Ti devo far diventare così chiatta, con le ricette che troverai sul mio blog, quando ritornerai, istigatrice!!!!!Hahahahahahahaha!!!LUCIAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!
COSA VI SERVE:
Una planetaria o un frullatore elettrico con le fruste per montare
Uno stampo da 26 cm di diametro a cerniera con il fondo imburrato e coperto di carta da forno
Un cerchio apribile da mettere attorno al cheescake per confezionarlo
un setaccio
Un mixer per ridurre in purea le albicocche
Un sacchetto da frizeer che serve per la decorazione
INGREDIENTI PER LA BASE:
520 g di albicocche sciroppate
150 g bi burro di buona qualità
125 g di zucchero semolato fine
3 uova intere fresche
150 g di farina "00" della Divella o altro....
25 g di maizena
1 cucchiaino di lievito in polvere della Bertolini o Pane Angeli....
PER LA FARCITURA:
8 fogli di colla di pesce della Pane Angeli.....
250 g di ricotta magra fresca..
75 g di zucchero a velo
2 cucchiaia di succo di limone
3 cucchiaia di liquore all'albicocca o brandy all'albicocca
400 g di panna da montare fresca
PER LA COPERTURA E LA DECORAZIONE:
200 g di panna da montare fresca
1 bustina di zucchero e vaniglia
1 bustina di addensante per panna montata della Pane Angeli
1-2 o più cucchiaia di confettura di albicocche
1 fragola
PROCEDIMENTO DELLA BASE.
Scolate le albicocche, tagliatene 4 o 5 a dadini e mettete da parte le altre.
Lavorate a crema il burro con la planetaria, con gancio a frusta per montare, a velocità massima, incorporate a poco a poco lo zucchero e amalgamatelo perfettamente.
Aggiungete un uovo alla volta e frullate per 1/2 minuto dopo ogni aggiunta.
Mescolate la farina setacciata con la maizena e il lievito e incorporateli alla crema in due porzioni.
Aggiungete infine le albicocche a dadini, mescolate bene e versate l'impasto in uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro con il fondo imburrato e coperto di carta da forno.
Mettete la torta in forno a 160°C e cuocetela per 35 minuti, dopodiché sfornatela e mettetela a raffreddare sulla gratella.
Scaccate la carta da forno e tagliate orizzontalmente a metà la torta.
PREPARAZIONE DELLA FARCIA:
Fate ammollare la colla di pesce nell'acqua fredda.
Riducete le albicocche rimaste a purea con il mixer(lasciate da parte 1 o 2 metà per la decorazione)e incorporate alla purea la ricotta passata e lo zucchero al velo.
Strizzate la colla di pesce, fatela sciogliere a fuoco lento senza farla bollire, profumatela con il liquore, il succo di limone e aggiungete qualche cucchiaiata di ricotta alle albicocche.
Incorporate la gelatina al resto della ricotta e aggiungete la panna montata amalgamata bene senza farla smontare. 
Mettete la metà inferiore della torta su un piatto da portata con attorno il cerchio apribile, stendeteci sopra la massa alla ricotta e albicocche, copritela con la metà superiore della torta e mettetela in frigorifero per 2 o 3 ore.
DECORAZIONE:
Montate la panna fresca con lo zucchero vanigliato e l'addensante.
Rimuovete lo stampo ad anello e stendete la panna su tutta la torta.
Passate al setaccio la confettura di albicocche, versatela in un sacchetto per congelatore, tagliate via un angolino e decorate a piacere la superficie.
Guarnitela con le albicocche a spicchi e la fragola e servite.
"BUONA VITA A TUTTI"  

martedì 26 luglio 2011

"TORTA AI MIRTILLI"



"PREFAZIONE"
Spero di far felice a tutte voi con questa torta ai mirtilli, fresca, genuina, semplice da fare, nutriente per la salute. Non fate come me che me la mangio tutta intera in un sol boccone; a Napoli volete sapere come si dice: "MA MAGN CU NU SOL MUORZ",hahahahahahaha!!!!Quindi fate attenzione, a voi basta solo una fetta per non compromettere la salute, il resto sapete che fine fa???Me la pappo io fino ad ingozzarmi, fino all'ultimo mirtillo esageratamente mandando al diavolo la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi, chi se ne frega conosco tante persone che sono delle mazze secche eppure soffrono di questi mali, quindi o SICCH o CHIATT è SEMP o STESS, PAROLA DI BABBà!!!!!PROVARE PER CREDERE!!!!!!CONTINUANDO SEMPRE A DIRE: "VIVA LA VITA è TUTTI I SUOI PIACERI DI GODURIA!!!!!!HAHAHAHAHAHA!!!!.
COSA VI SERVE:
Una planetaria o uno sbattitore elettrico
Uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro imburrato
Un cerchio apribile da collocare intorno alla torta
INGREDIENTI PER LA BASE:
Questo è il mio pan di Spagna: "Prutusin ogn Menest"(vedi anche post, ti può interessare), con metà dose
2 uova fresche
125 g di zucchero semolato
100 ml di olio d'oliva
100 ml di succo d'arancia o 100 ml di acqua imbottigliata con una fialette d'aroma arancia della Pan degli Angeli
150 g di farina "00" Divella o altro....
1/2 bustina di vanillina o una bustina di zucchero e vaniglia
1/2 bustina di lievito in polvere della Bertolini o Pan degli Angeli
INGREDIENTI PER LA FARCITURA E LA DECORAZIONE:
200 g di mirtilli in scatola
1 bustina di gelatina trasparente per torte della Pane Angeli
2 cucchiaia+75 g di zucchero semolato
6 fogli di colla di pesce della Pane Angeli
250 g di Kefir(bevanda fermentata di origine caucasica vedi post in questione)in alternativa succo di mirtilli
Il succo di 1/2 limone
400 g di panna montata fresca o vegetale
100 g di mirtilli freschi o surgelati
ESECUZIONE.
Battete le uova intere e lo zucchero nella ciotola della planetaria alla massima velocità finché saranno diventate dense e cremose.
Aggiungete l'olio e il succo d'arancia facendoli scorrere adagio vicino alla parete della ciotola così facendo devono andare sotto alle uova battute non sopra se no si smonterebbero.
Unite la farina e il lievito setacciati e amalgamate rapidamente il tutto.
Versate il composto in uno stampo a cerniera imburrato di 26-28 cm di diametro, non prima però di averlo già preparato in anticipo, e infornate a 180°c per 40-45 minuti circa.
Fate raffreddare il dolce sulla gratella , toglietelo dallo stampo e collocatelo su di un piatto da portata con intorno un anello apribile.
FARCIA:
Scolate i mirtilli in scatola e versate 250 ml del loro succo in una casseruola.
Aggiungete la gelatina in bustina e 2 cucchiaia di zucchero e preparate la gelatina come indicato sulla confezione, quindi incorporate i mirtilli e stendete il composto sulla torta.
Fate ammorbidire la colla di pesce nell'acqua fredda.
Mescolate il kefir, 75 g di zucchero e il succo di limone.
Scaldate il resto del succo dei mirtilli e fatevi sciogliere la colla di pesce.
Aggiungete 3 cucchiaia del composto al kefir, quindi incorporate la gelatina al resto del composto al kefir e fate addensare in frigorifero per 15 minuti.
Incorporate 200 grammi di panna montata alla gelatina al kefir e stendetela sulla torta.
Mettete il dolce in frigorifero per 2 ore.
DECORAZIONE:
Versate la panna montata rimasta a cupola sulla torta.
Cospargete infine il dolce con i mirtilli e rimuovete l'anello apribile.
Se non lo mangiate subito rimettetelo in frigo fino al momento di consumarlo non prima di farlo stare una decina di minuti fuori dal frigo prima di mangiarlo.
"BUONA VITA GODURIOSA A TUTTI"

sabato 23 luglio 2011

"CHEESECAKE CON CORNFLAKES AL CIOCCOLATO"





"PREFAZIONE"
Ragazzi/e!!!Babbà inforna e sforna, sto in piena libidine goduriosa, forse sarà il tempo che si è rinfrescato?Forse qualcuno mi ha istigato?Forse qualcuno di voi prima di andarsene in vacanza, a risvegliato nel mio corpo e nell'anima sto senso di goduria che sto provando in modo irragionevole da non riuscire più a fermarmi??Uagliù sto facendo davvero schifo!!!!Haihaihaihai!!!!La glicemia è hai livelli massimi??Haihaihaihai!!!!!Diceva mio nonno, pace all'anima sua: "UAGLIò!!!VIEN A CA BELL RO NONN: ARRICURDT NA COS??SI CAMP NA VOTA SOL??O' PATATERN NUN T FA NESCIUN SCONT QUANT VEN O' MUMENT??PERCIò BELL RO NONN GUODT A VIT FIN A CHILLU MUMENT!!!!!!!!!!!AZ NONNO??ALLOR STU MUMENT è Già ARRIVAT???O' NONN!!! PE STA ASSINTì A TE ME FAT SAGLì O' DIABET!!!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!!!Mi fermo qui se no dalle risate passo alla commozione totale nel ricordo del mio nonno bello, ciao nonnino stai sempre nel mio cuore!!!!!!!
COSA VI SERVE:
Un ruoto da 26 cm di diametro a cerniera col fondo imburrato
Un frullino elettrico
Un mattarello
Una ciotola
Un setaccio
Un sacchetto per alimenti
INGREDIENTI:
100 g di cornflakes al cioccolato
200 g di farina "00" Divella o altro...
75 g di zucchero semolato
Un pizzico di sale fino
100 g di burro fuso...Granarolo o Prealpi o altro....
1 uovo intero fresco 
PER IL RIPIENO:
100 g di burro fuso...Granarolo o Prealpi o altro...
3 uova fresche
750 g di ricotta magra
75 g di semolino
150 g di zucchero semolato
Un pizzico di sale fino
PER LA DECORAZIONE:
100 g di cornflakes al cioccolato
PROCEDIMENTO:
Chiudere i cornflakes in un sacchetto per alimenti e sbriciolateli con il mattarello.
Setacciate la farina in una ciotola, aggiungete lo zucchero, il sale, il burro fuso e freddo, l'uovo intero e i cornflakes sbriciolati e amalgamate il tutto con il frullino elettrico, aumentando progressivamente la velocità dal minimo al massimo fino ad ottenere un composto granuloso simile a pane grattugiato.
Versatene i due terzi in uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro con il fondo imburrato e schiacciate bene con il dorso di un cucchiaio.
Con il resto del composto formate un bordo alto 3 cm lungo tutta la circonferenza dello stampo.
FARCIA:
Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve molto soda.
Lavorate a crema la ricotta setacciata con i tuorli, il semolino, lo zucchero, il sale e il burro fuso e freddo, incorporate delicatamente gli albumi e stendete il tutto nella base di cornflakes.
Cuocete la torta in forno, preriscaldato, a 160°C per 1 ora, sfornatela e ponete lo stampo sulla gratella .
Distribuite i cornflakes sulla torta calda, lasciate raffreddare leggermente e sformatela.
"BUONA VITA A TUTTI" 


giovedì 21 luglio 2011

"SORBETTO DI AMARENE"

"PREFAZIONE"
Dopo qualche gelato che vi ho proposto è venuto il momento di assaggiare: "NU BELLU SERBET", detto in napoletano-arabo, in italiano: "UN BELL SORBETTO". Quando faccio i sorbetti, mi vengono sempre in mente le feste padronali, dove ci sono i venditori ambulanti con i loro carrettini fatti apposta per contenere il recipiente d'acciaio, anticamente di rame, posto in una tinozza di legno dove viene messo, tra la stessa e il contenitore, del ghiaccio e del sale, che serve a mantenere il freddo costante e anche per non far sciogliere il ghiaccio più in fretta. Sembra una cosa facile, ma non lo è! Per il fatto che non c'è un motore per far girare il contenitore, ma bensì, solo l'uso delle forza delle braccia e delle mani, dove, le stesse, devono far presa su di un maniglione posto sopra il coperchio del contenitore e quindi farlo girare di continuo fino a che incomincia a ghiacciare attorno alle pareti interne del contenitore e con una specie di cucchiaio lungo, girando..girando lo tolgono e poi rigirano ancora per farlo formare di nuovo e così via, fino a diventare il famoso sorbetto al limone con l'aggiunta della scorza esterna del limone stesso. Il contenitore contiene, tra acqua, zucchero e limone, un 50 litri di prodotto e un bicchiere di plastica da 200 cc costa 1 euro. Non so perché vi ho raccontato questo, ma tutte le cose artigianali mi attraggono, mi incanto a vederle, perché penso che siano le cose più vere, più originali e anche più genuine. Spero che vi posso allietare con le mie ricette senza alcuna presunzione, anzi non credo di stare alla stessa altezza di questi venditori, spero di attutire la voglia, quanto meno, di farvi venire a Napoli per assaggiare questo SERBET CHE SCORZ è LIMON!!!!
COSA TI SERVE:
Una gelatiera elettrica 
INGREDIENTI:
450 di amarene
100 g di miele
1 dl d'acqua imbottigliata
Succo e scorza di 1 limone non trattato
1 pezzetto di cannella
1 albume d'uovo
ESECUZIONE:
Lavate le amarene, lasciatele sgocciolare e quindi snocciolatele.
Mettete i noccioli in un pentolino con l'acqua e la cannella e fate bollire per 5-10 minuti.
Nel frattempo grattugiate la parte gialla della buccia del limone e spremetelo per ottenere il succo.
Unite quindi alle amarene il succo e la scorza del limone, il liquido ricavato dalla cottura dei noccioli e il miele.
Frullate il tutto e fate cuocere a fuoco moderato, mescolando spesso, per 15 minuti circa.
Quindi lasciate raffreddare e solo allora incorporate l'albume d'uovo montato a neve.
Versate infine nella gelatiera e fatela funzionare sino a raggiungere la consistenza voluta. 
Se invece usate il freezer, versate nella vaschetta da ghiaccio precedentemente raffreddata e procedere nel modo che vi ho suggerito nelle pagine introduttive di questo capitolo(tecnica e suggerimenti da me postato).
"BUONA VITA E SERBET A TUTTI"         

martedì 19 luglio 2011

"PRUTUSIN OGNI MENEST"..OVVERO..PAN DI SPAGNA è BABBà PER TUTTE LE OCCASIONI"

"PREFAZIONE"
Hai visto KIARA???Se non facevo in tempo non riuscivo a fare neanche una foto..si stavano letteralmente divorando tutto..come vedi dalle foto, non belle..non perfette..ma sono riuscito a far vedere il mio pan di SPAGNA!!!!!Lo chiamato "PRUTUSIN OGNI MENEST"... per il motivo...come dicevo... a te KIARA...sotto ad un commento da me postato nel suo bellissimo blog per la sua straodinaria semplicità..umiltà...sincerità e dolcezza nel porsi...si può impiegare per ogni occasione dolciaria...già lo menzionato nelle ricette che sto postando dei dolci al cucchiaio...la cosa bella che si può aggiungere qualsiasi  ingrediente per conferirgli il gusto che si preferisce senza cambiare gli ingredienti di base ...si può impiegare per torte di compleanno senza bagnarlo..non c'è ne bisogno per la sua straordinaria morbidezza..ma molto duttile nel tagliarlo a strati..basta aiutarsi con delle palette per prelevare uno strato..se è di grandi dimensioni...tipo 36 cm di diametro..se invece è di 26 cm di diametro lo si può facilmente prelevare con le mani...ma in compenso a tutto questo è di una grande morbidezza in assoluto. Il suo abbinamento è variegato...va benissimo come base di torte gelato...anche a strati...come pure i cheese cake...torte di frutta...si può mangiare così tal quale come torta del mattino oppure fare un bel ciambellone...come base di torte meringate...per torte farcite..ecc..Insomma credo che sia l'ideale per tutte le persone che non vogliono perdere del tempo a ricercare e a trovare la ricetta più adeguata per creare un dolce..questa è la ricetta giusta che fa per voi!!!!Adesso vi trascrivo la ricetta come lo fatta io..in queste foto...da mangiare al mattino..ma credo che al mattino non ci arrivi proprio???Questo è un mio cavallo di battaglia...anche se lo chiamato pan di Spagna..ma si può benissimo attribuirgli un nome diverso...dipende da quello che create...ciò non toglie che in futuro..come già ho detto in altre ricette...che trascriverò tutte quelle che ho sul pan di Spagna.
COSA VI SERVE:
Una planetaria o uno sbattitore elettrico
Uno stampo di 26 cm di diametro a cerniera imburrato ed infarinato
Una spatola
Un setaccio
INGREDIENTI BASE:
4 uova intere
250 g di zucchero fine o di canna fine
200 ml di olio oppure 100 g di burro+ 50 g di margarina Vallè
100 ml di acqua imbottigliata naturale tipo Lievissima o altro...
300 g di farina "00" Divella o altro.....
1 fialetta aroma arancia della Pan degli angeli
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino raso di cannella in polvere di ottima qualità
un pizzico di sale fino
1 bustina di lievito per dolci della Bertolini
PROCEDIMENTO:
Mettete le uova intere nella ciotola della planetaria e aggiungete il sale, fate andare avanti la macchina ad una velocità media per far in modo che le uova si rompono e si uniscono, sia gli albumi che i tuorli.
A questo punto aggiungete lo zucchero e aumentate al massimo la velocità della macchina, finché saranno diventate gonfie, dense e cremose(minimo 10 minuti).
A questo punto, fermate la macchina e aggiungete l'olio, l'acqua, che vanno messi non sopra il composto di uova ma fatti colare su una parete della ciotola, lentamente, in modo che penetri sotto alle uova e non sgonfi il composto, l'aroma d'arancia e la vanillina.
Ora non vi resta che setacciare sopra a questo composto, la farina con il lievito e la cannella in due riprese aiutandovi con una spatola con un movimento dal basso verso l'alto, tutto questo deve essere fatto con decisione di rapidità e amalgamato bene.
Versate il composto nello stampo che avete già imburrato ed infarinato e infornate a 170 °C per 40-45 minuti circa(forno preriscaldato a gas statico).
Dopo che si è cotto, lasciatelo ancora in forno spento per 5 minuti poi sfornatelo e fatelo raffreddare su una gratella, togliendo solo il cerchio e rimanete il fondo ancora sotto, dopo che si è intiepidito, rigirate il dolce sempre sulla gratella e togliete anche il fondo dello stampo e fate raffreddare completamente.
"BUONA VITA A TUTTI"   

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   

lunedì 18 luglio 2011

"CUPOLA AL CIOCCOLATO"

"PREFAZIONE"
Tu mi hai istigato..madama Lucia..è vedi cosa ho fatto in quattro è quattrotto..tu e tuoi tramezzini con composta di pere...haihaihaihai!!!Quando sento odor di cioccolato mi viene una voglia...ma una voglia???Che quasi quasi mi sembra di essere incinto..hahahahahahah!!!!!!Scherzi a parte...i tuoi tramezzini sono delicati quanto te...la mia è proprio una bomba come me...hahahahahahaha!!!!!Chi se ne frega..ma davvero proprio..con tutta la sincerità di questo mondo..mo la faccio raffreddare un po' in frigo e poi affonderò il cucchiaio ..ma che dico...il mestolo in questa bomba super goduriosa...mi sa che sto divendando peggio di Damiana...chissà forse la supererò???Non credo..è lei la più goduriosa di tutte le donne che ho conosciuto...hahahahaha!!!!Cara Lucia altro che langurino allo stomaco..ca o Malox nun serv!!!!Haihaihaihai!!!!!Un bacione grande con tanto affetto....madama Lucia..madama Damiana...SMUACHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!
COSA TI SERVE:
Uno stampo a cupola di 26 cm di diametro
Uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro
Carta alluminio o domopak per rivestire l'interno dello stampo a cupola
Uno sbattitore con fruste
INGREDIENTI PER LA BESE:
4 uova fresche intere
250 g di zucchero fine
200 ml di olio d'oliva o di girasole o di burro e margarina fusi
200 ml di succo d'arancia
200 g di mandorle macinate
300 g di farina "00" della Divella o altro...
4 cucchiaia di cacao in polvere della Perugina
1 bustina di lievito per dolci della Pan degli Angeli o Betolini 
PER LA FARCITURA:
1 kg di fragole
600 g di panna da montare o fresca o vegetale...
2 bustine di zucchero vanigliato
200 g di copertura fondente
1 cucucchiaino di burro di cocco
PROCEDIMENTO:
Battere le uova intere e lo zucchero fine con lo sbattitore elettrico finchè saranno diventate dense e cremose.
Aggiungere l'olio e il succo d'arancia.
Unite le mandorle macinate, la farina setacciata, il cacao setacciato e il lievito e amalgamate rapidamente il tutto.
Versate il composto in uno stampo imburrato di 26 cm di diametro e infornate a 180°C per 40-45 minuti circa(forno preriscaldato).
Fate raffreddare il dolce sulla gratella, non prima di farlo stare 5 minuti ancora in forno spento, sformatelo e tagliatelo orizzontalmente a metà, quindi sminuzzate la metà superiore.
FARCIA:
Tagliate a metà una ventina di fragole e mettetele da parte. 
Sminuzzate le fragole rimaste.
Montate la panna con lo zucchero vanigliato, incorporate il dolce e le fragole sminuzzate e versate la massa nello stampo a cupola rivestito con alluminio o domopak, pigiate bene e mettete sopra l'altra metà del dolce intero.
Coprite e mettete in frigo per un'ora.
COPERTURA:
Fate fondere la copertura a bagnomaria con il burro di cocco, versatela sul dolce e stendetela uniformemente.
Lasciate indurire la copertura, decorate con le fragole che avevate messo da parte e servite.
"BUONA GODURIA A TUTTI"   

sabato 16 luglio 2011

"GELATO DI AMARETTI"

"PREFAZIONI"
Continua la saga dei gelati anche se qui a Napoli l'aria si è abbastanza rinfrescata, ringraziando il Signore. Qui da noi il gelato si mangia sempre sia d'estate che d'inverno, proprio nella stagione fredda lo si mangia caldo, cioè, si prende una brioche o un croissant o un fagottino, si tagliano è si metteno in mezzo delle palline di gelato dal gusto che si preferisce e poi si riscalda il tutto per pochi minuti in modo da creare questo caldo-freddo. Bisogna avere l'accortezza di preparare all'ultimo momento in modo che la pasta rimanga asciutta. Si possono farcire anche con sorbetti per il piacere di chi vuole abbinare fragranze diverse. Anche in casa si possono preparare gelati al forno, con molta faciltà, basta fare degli strati di pan di Spagna imbevuti di liquore a piacere intervallati da strati di gelato, particolarmente freddo. Si mette nel congelatore per qualche ora, poi si copre completamente la superficie e le fasce laterali con uno strato abbondante di impasto per meringa. Si passa in forno caldo per due minuti.
COSA VI SERVE:
Una gelatiera elettrica
INGREDIENTI:
1 litro di latte pastorizzato
200 g di zucchero semolato
100 g di amaretti
6 tuorli d'uovo
1 bustina di zucchero vanigliato
ESECUZIONE:
Tritate finemente gli amaretti e uniteli allo zucchero, ai tuorli e allo zucchero vanigliato; mescolate e aggiungete il latte un po' alla volta. Cuocete a fiamma moderata sino a che il composto assume l'aspetto di una morbida crema. Lasciate raffreddare, versare nella gelatiera e fatela funzionare per 20 minuti circa. Se invece usate il freezer, versare il composto nella vaschetta da ghiaccio precedentemente raffreddata e procedete secondo il metodo che ho illustrato nelle pagine introduttive( vedi tecnica e suggerimenti)di questo capitolo.
"BUONA VITA A TUTTI"     

venerdì 15 luglio 2011

Come fare il kefir in casa - Preparazione domestica del kefir....." PER TORTA AI MIRTILLI"



"PREFAZIONE"
Cari lettori, come vedete ho postato questo video per far visualizzare come si fa il"kefir" in casa, datosi che la ricette che trascriverò contiene questo ingrediente dalle qualità salutistiche, migliore dello yogurt perché contiene un solo tipo di bacillo per cui diventa un prodotto prebiotico dalle molteplici qualità di cui ognuno di noi dovrebbe assumere quotidianamente, sia per le persone adulte che per i ragazzi, a parte nella ricetta che sto per postare. Certamente chi non ha il tempo per poterlo fare, vi darò l'opzione, cioè, al posto di questa bevanda fermentata, di origine caucasica, potete aggiungere il succo di mirtilli. Il mio consiglio, di sicuro, è quello di provare a fare questo "kefir", se il mio dolce può essere un veicolo per provarlo a fare???Babbà certamente sarà contentissimo di avervi regalato qualcosa che faccia davvero bene alla propria salute..se ci tenete?Grazie.
COSA VI SERVE:
Uno stampo da 26-28 cm. di diametro a cerniera
Uno stampo a cerchio apribile d'acciaio, che serve per comporre la torta
Un frullino elettrico
Una ciotola, possibilmente d'acciaio
Un piatto o un vassoio da portata
INGREDIENTI PER LA BASE:
2 uova intere fresche
125 g di zucchero semolato
100 ml di olio o di oliva o di girasole
100 ml di succo d'arancia
150 g di farina "00" della Divella o altro..
1/2 bustina di lievito per dolci della Pan degli Angeli o altro..
INGREDIENTI PER LA FARCITURA E LA DECORAZIONE:
200 g di mirtilli in scatola con il proprio succo
1 bustina di gelatina trasparente per torte della Pan degli Angeli o altro...
2 cucchiaia + 75 g di zucchero semolato
6 fogli di colla di pesce trasparente della Pan degli Angeli o altro...
250 ml di kefir o succo di mirtilli
Il succo di 1/2 limone fresco
400 g di panna montata
100 g di mirtilli freschi o surgelati
ESECUZIONE:
Preparate la base: battete le uova e lo zucchero in una ciotola con il frullino elettrico per 2-3 minuti finché saranno diventate dense e cremose. 
Aggiungete l'olio e il succo d'rancia.
Unite la farina e il lievito setacciati, amalgamate rapidamente il tutto.
Versate il composto nello stampo imburrato e infornate a 180°C per 40-45 minuti.
Fate raffreddare il dolce sulla gratella, toglietelo dallo stampo e collocatelo su un piatto da portata con intorno uno stampo ad anello.
FARCIA:
Scolate i mirtilli in scatola e versate 250 ml del loro succo in una casseruola.
Aggiungete la gelatina in bustina e 2 cucchiaia di zucchero e preparate la gelatina come indicato sulla confezione, quindi incorporate i mirtilli e stendete il composto sulla torta.
Fate ammorbidire la colla di pesce nell'acqua fredda.
Mescolate il kefir, 75 g di zucchero e il succo di limone.
Scaldate il resto del succo dei mirtilli e fatevi sciogliere la colla di pesce.
Aggiungete 3 cucchiaia del composto del kefir, quindi incorporate la gelatina al resto del composto al kefir e fate addensare in frigorifero per 15 minuti.
Incorporate 200 grammi di panna montata alla gelatina al kefir e stendetela sulla torta.
Mettete il dolce in frigorifero per 2 ore.
Dopo che è passato tale tempo, versate la panna rimasta a cupola sulla torta.
Cospargete infine il dolce con i mirtilli e rimuovete lo stampo a cerchio e SERVITE!!!.
"BUONA VITA A TUTTI...MANGIANDO QUESTO KEFIR!!!"



   

"DOLCE DI SAVOIARDI, BANANE E NOCI AL BRANDY"

"PREFAZIONE"
Tra un gelato e un'altro vi trascrivo delle ricette di dolci, come questo, che si addice con molto gusto è goduriosità in questo periodo di molto caldo, allietando le vostre serate estive all'aperto. Spero che tra tutti voi ci possa essere qualcuno davvero godurioso/a, nel condividere questa prima ricetta, è dire: "MA SI!!CHI SE NE FREGA DELLA LINEA???UNA FETTE IN Più COSA MI Può FARE???VIVA LE GODURIE DELLA VITA!!!ABBASSO LE ASTINENZE E LE SOFFERENZE!!!!!BABBà VI PORTA GIOIA ED ALLEGRIA!!!LASCIATEVI ALLE SPALLE TUTTE LE TRISTEZZE E LE BRUTTURE DELLA VITA E GODETEVI LA VITA CON TUTTO IL PIACERE CHE AVETE DENTRO DI VOI...BALLATE ..CANTATE ...STAPPATE UNA BELLA BOTTIGLIA DI SPUMANTE E MANGIANDO NA BELLA FETTA E STU DOLC GRIDATE A SQUARCIA GOLA: "VIVA LA VITA!!!!!!!!", PAROLA DI BABBà...SOL ACCUSSì PUTIT CAMPà 100 ANN!!!!!
COSA VI SERVE:
Uno stampo cilindrico di 16 cm. di diametro e 18 di altezza
Una sacca da pasticciere con bocchetta sprizzata
Un vassoio o un piatto da portata
INGREDIENTI:
28 savoiardi
1 cucchiaio di olio di mandorle per uso alimentare(si compra in erboristeria)
6 tuorli d'uovo freschissimi
2 cucchiaia di maizena
50 g di burro
5 cucchiaia di zucchero di canna
1/2 litro di latte
4 cucchiaia di panna fresca
2 bicchierini di brandy
16 gherigli di noce spezzettati
1/2 bicchiere di acqua zuccherata
8 banane tagliate a fini lamelle e spruzzate di poco succo di limone
PER GUARNIRE:
120 g di panna montata
alcune ciliege rosse candite
PREPARAZIONE:
Sbattete a lungo i tuorli d'uovo con lo zucchero di canna, quindi amalgamatevi il burro e infine la maizena.
Stemperate il composto a poco a poco con il latte bollito e intiepidito, rimescolando con cura; quindi travasate il tutto in una casseruola e, sempre mescolando con il cucchiaio di legno o una spatola, fate cuocere a fuoco dolce fino a ispessimento della crema.
Aggiungete allora un bicchierino di brandy, quattro cucchiaiate di panna, i gherigli di noce spezzettati e le fettine di banana, ovviamente dopo aver tolto la casseruola dal fuoco e mescolate per amalgamare il tutto con dolcezza e fate raffreddare.
Mischiate in una fondina il rimanente brandy con l'acqua zuccherata e spruzzate leggermente i savoiardi, quindi tappezzate con i biscotti il fondo e le pareti dello stampo, unti di olio di mandorle.
 Versatevi dentro qualche cucchiaiata di crema che avete preparato, ricoprite con altri biscotti pigiandoli bene e procedete in questo modo, a strati alterni di crema e di savoiardi fino a esaurimento degli ingredienti, avendo cura di terminare con uno strato di biscotti. 
Ponete sulla sommità del dolce un piatto di giuste dimensioni, poi appoggiatevi un peso sopra e lasciate riposare per 6 ore in frigorifero.
Al momento di servire in tavola, rovesciate lo stampo(liberato del piattino e del peso)sopra un piatto di servizio e decoratelo con ciuffettini di panna montata zuccherata e con ciliegine candite.
"BUONA VITA A TUTTI"      

giovedì 14 luglio 2011

"GELATO DI COCCO ALLA VANIGLIA"

"PREFAZIONI"
COCCO BELLO COCCO!!!!ACCATTATV A FELL è COCCH!!!!QUESTA è LA VOCE CHE DANNO I VENDITORI AMBULANTI SULLE SPIAGGE DEI LIDI D'ITALIA. CHI NON HA ASSAGGIATO UNA FETTINA DI QUESTO GUSTOSISSIMO FRUTTO DAL SAPORE INCONFONDIBILE AL PALATO E DAL PROFUMO INEBRIANTE ALL'OLFATTO. I SUOI OLI ESSENZIALI VENGONO USATI MOLTO NEI COSMESI, TRA CUI NEGLI ABBRONZANTI, DOVE, CHISSà QUANTE DI VOI, IN QUESTO MOMENTO STANNO SPALMANDO SULLA PROPRIA PELLE PER RIPARARSI DAL SOLE COCENTE. MA ANCHE NELLA PREPARAZIONE DI DOLCI, DI SOLITO, VIENE USATA LA FARINA DI COCCO GRATTUGIATA, ANCHE SE NON ABBIA UN GRANDE AROMA, SI PUò RAFFOZZARLO CON L'AROMA CHE SI TROVA NEI NEGOZI DI VENDITA DI PRODOTTI DI PASTICCERIA, SOTTO FORMA DI PASTA O OLIO ESSENZIALE PER USO ALIMENTARE O CON IL FAMOSO LIQUORE "BATIDA DE COCO". SPERO DI ALLIETARE CON QUESTO GELATO I VOSTRI SENSI, MA SOPRATTUTTO IL VOSTRO CUORE!!!!!!
COSA TI SERVE:
Una gelatiera elettrica
INGREDIENTI:
200 g di polpa di cocco grattugiata
2 dl di latte pastorizzato fresco
100 g di panna liquida fresca
2 tuorli d'uovo freschi
1 cucchiaio di miele
1/2 stecca di vaniglia
ESECUZIONE:
Lavorate in una ciotola i tuorli con il miele e, nel frattempo, mettere a scaldare a fiamma moderata il latte con la panna e la vaniglia, avendo cura di aprire la stecca longitudinalmente in modo che possa cedere meglio il suo aroma.
Poco prima che il latte e la panna raggiungano il bollore toglierli dal fuoco, eliminare la vaniglia( che tuttavia è consigliabile non gettare perché può essere riutilizzata nella preparazione di un altro dolce)e versare il composto bollente sulle uova, mescolando in continuazione. Dopo aver amalgamato gli ingredienti, rimettete sul fuoco a fiamma bassa per qualche minuto senza far bollire, quindi lasciate raffreddare fuori dal fuoco e poi incorporate la polpa di cocco frullata. Versate il tutto nel cestello della gelatiere e fatela funzionare fino a che il composto di base si sia addensato.
Chi non ha la gelatiera, può usare il freezer, versando il composto nella vaschetta da ghiaccio precedentemente raffreddata e procedete nel modo descritto nella pagina introduttiva di questo capitolo(tecnica e suggerimenti da me postato).
N.B: se vi fosse difficile procurarvi polpa di cocco fresca, usate farina di cocco si trova in commercio abbastanza facilmente e non è altro che polpa di cocco grattugiata e seccata.
"BUONA VITA E FRESCURA A TUTTI"